fbpx
 In Notizie curiose

Ci sono 69,7 persone in cura ogni 10mila residenti. Sardegna ultima: 14,4

I sintomi della depressione sono difficili da individuare e ancora più difficili da curare. Tra quelli che riescono a scoprire il “male di vivere” prima che il dolore porti a conseguenze estreme, il maggior numero, in rapporto alla popolazione residente, è in Toscana.

I sintomi della depressione

Il grafico sopra mostra il numero, ogni 10.000 abitanti, di persone che sono state curate (o sono ancora in cura per i sintomi della depressione) presso il servizio sanitario nazionale. Da sottolineare subito una differenza importante: a livello nazionale (la media italiana è segnalata con l’istogramma nero) il numero di donne depresse è quasi doppio rispetto agli uomini: 48,3 ogni 10mila abitanti le prime e 29,2 i secondi.

Anche in Puglia sono depressi

Ma fortissime sono le differenze regionali. La Toscana, come detto, è la regione dove vive la maggior quantità (sempre in rapporto alla popolazione) di persone depresse in cura: sono addirittura 69,7 ogni 10mila residenti. Al secondo posto un’altra regione “ricca”, l’Emilia Romagna con 51,4. Al terzo posto una regione del Sud tra le più benestanti, la Puglia, con il 49,1. La Puglia è, tra l’altro, la regione dove si fa più uso di medicinali.

C’è anche il post-partum

I sintomi sono, come detto, difficilissimi da individuare ma tra i motivi che possono provocarli c’è anche la depressione post-partum. Ma tra i motivi che portano all’ansia e depressione può esserci anche il benessere? Ovviamente è discutibile, ma fa pensare la statistica europea in base alla quale i Paesi più ricchi sono anche quelli che hanno il maggior numero di psicologi.

Ansia e depressione? Non al Sud

Sono dati da maneggiare con cura anche perché, dopo aver visto quelle con la depressione maggiore, se si va a vedere quali sono le aree del Paese con meno depressi si scopre che è vero che all’ultimo posto c’è la Sardegna con il 14,4, non certo una regione ricca, e che al penultimo posto c’è la Campania, altra regione non certo benestante (con il 20,8), ma al terzultimo posto c’è la provincia autonoma di Trento con il 24,4, una provincia autonoma non certo in difficoltà economica.

I dati si riferiscono al: 2017

Fonte: Ministero della Salute

Leggi anche: Un europeo su 6 è depresso

Share with your friends










Inviare
Recommended Posts

Start typing and press Enter to search