In Notizie curiose
Share with your friends










Inviare

La percentuale più alta è in Finlandia: 18,8%, l’Italia è solo al 16,9%. A Est sono più sani

In media una persona su 6 ha un qualche problema di salute mentale in Europa. Si può trattare di dipendenza dall’alcol o dalle droghe, di disturbi legati all’ansia o alla depressione oppure all’ansia. Sta di fatto che nell’Europa a 28 i casi diagnosticati sono pari al 17,3% dei cittadini.

La salute mentale in Europa

Come mostra il grafico sopra, la percentuale maggiore di casi di sanità mentale in Europa si riscontra in Finlandia dove il tasso è del 18,8%. Al secondo posto c’è l’Olanda con il 18,6% seguita ad una incollatura dalla Francia: il 18,5% dei suoi abitanti che soffrono di un qualche problema di salute mentale che, come detto, comprende anche la dipendenza da alcol e droghe.

Rispetto a una media europea del 17,3%, l’Italia si trova, tutto sommato, in buona posizione: “solo” il 16,9% delle persone ha qualche disturbo mentale. Ma, nonostante questo, siamo anche il Paese dove l’uso di medicinali antidepressivi è aumentato del 32,5% in appena 10 anni come Truenumbers ha spiegato in questo articolo.

A parte la Danimarca, che ci segue a quota 16,9%, siamo praticamente l’ultimo Paese dell’Europa occidentale. In altre parole: siamo i più sani tra tutti i Paesi occidentali dell’Europa perché quelli orientali stanno tutti meglio di noi. Basta considerare che il Paese con meno persone con problemi di salute mentale in Europa è la Romania con il 14,3%. Una parte della spiegazione potrebbe essere legata al fatto che in Occidente questo tipo di disturbi sono maggiormente monitorati e la diagnosi è più precisa e tempestiva.

I costi della mente

Resta il fatto che la media di uno su 6 è decisamente alta e che comporta costi notevoli sul sistema sanitario di ogni singolo Paese.

Il grafico sopra mostra esattamente la spesa, in percentuale sul Prodotto Interno Lordo, di ogni singolo Paese, per la cura delle malattie mentali. Il dato comprende sia i costi diretti sia quelli indiretti come, per esempio, assegni assistenziali concessi a chi non è in grado di lavorare. La spesa media europea è pari al 4,10% del Pil continentale.

I dati si riferiscono al: 2016

Fonte: Ocse

Leggi anche: In Gran Bretagna le baby trans sono aumentate del 4.400% 

L’Islanda è il Paese più depresso del pianeta

 

Share with your friends










Inviare

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca