In Hot Topic
Share with your friends










Inviare

Dai 118.572 del 2017 ai 23.126 di quest’anno, 3.818 dei quali sono arrivati a Pozzallo

I migranti sbarcati sulle coste italiane dall’1 gennaio al 17 dicembre 2018, sono in netto calo rispetto allo stesso periodo degli ultimi due anni. Le cifre mostrate dal grafico raccontano di un calo dell’87,82% rispetto al 2016 e del 92,77% rispetto al 2017.

Quanti sbarchi nel 2018

Gli sbarchi del 2016 sono stati 179.525, mentre nel 2017 erano in calo a 118.572, fino al crollo a 23.126 nel 2018. Ancora più deciso il calo dei migranti provenienti dalla Libia (dato non disponibile per il 2016) che rappresentavano l’89,8% degli sbarchi nel 2017 e solo il 56,1% nel 2018. Anche i minori non accompagnati sono drasticamente diminuiti in numero assoluto, seguendo il trend che ha contraddistinto il fenomeno migratorio degli ultimi due anni, ma in percentuale sul totale degli sbarchi sono aumentati nell’ultimo anno. Infatti, nel 2016  erano 25.846, cioè il 14,3% del totale, nel 2017 15.779, il 13,3% del totale degli sbarchi e l’anno scorso 3.490, ovvero il 15%.

Sono rilevanti anche i numeri degli sbarchi della settimana 9-17 dicembre, un periodo tradizionalmente poco favorevole agli arrivi sulle nostre coste. Nonostante ciò, l’anno scorso sulle coste italiane sono sbarcati 1.395 migranti, mentre quest’anno non si è registrato nessuno sbarco. Si può affermare che il calo del flusso migratorio verso le coste italiane rispecchi l’andamento di quello a livello europeo che, come spiegato da Truenumbers, in questo articolo, si è più che dimezzato negli ultimi anni.

Dove sbarcano i migranti

I 23.126 arrivi del 2018 si sono distribuiti nei porti italiani come mostra il grafico sotto.

Il porto di Pozzallo ne ha accolti più di qualunque altro: 3.818. Segue Lampedusa con 3.343 e Catania con 2.961. Dall’1 gennaio al 17 dicembre 2018 sono stati 12 i porti che hanno accolto i migranti e l’ultimo, per numero di sbarchi, è il porto di Brindisi con 174.

Da dove arrivano

Gli immigrati giunti in Italia, in base alla nazionalità dichiarata al momento dello sbarco, sono soprattutto tunisini, 5.036, ed eritrei, 3.320.

Il grafico qui sopra indica le principali nazioni di provenienza della popolazione migrante e tiene conto anche di coloro che ancora non sono stati identificati.

Dati si riferiscono al: 2018

Fonte: Ministero dell’Interno

Leggi anche: Per l’immigrazione una spesa di 4,1 miliardi (forse)
Immigrazione, la Germania ha speso 5,9 miliardi

Share with your friends










Inviare

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca