In Notizie curiose
Share with your friends










Inviare

Dai 511.047 ai 204.654 del 2017. La rotta più battuta resta quella del Mediterraneo centrale

Sono 204.654 gli arrivi di rifugiati e migranti irregolari in Europa nel 2017. I dati, diffusi da Frontex e illustrati nel grafico, mostrano le rotte più frequentate.

Le rotte migratorie

Tra le rotte migratorie, la più battuta è quella che porta ad attraversare il Mediterraneo e a trovare poi in Italia l’approdo naturale. Sono infatti 118 mila e 962 le persone che hanno attraversato irregolarmente i confini europei dopo aver attraversato il Mediterraneo centrale. Parecchio staccata è la rotta del Mediterraneo orientale, quella che, dal vicino oriente e dalle zone di guerra di Siria e Iraq, conduce in Europa dopo aver attraversato la Turchia.Motivo? Dal 2016 l’Europa, su spinta di Germania e Olanda, paga la Turchia per tenere chiuse le sue frontiere ai migranti diretti in Europa., come Truenumbers ha spiegato in questo articolo.

Il dato degli ingressi in Europa nel 2017 è assolutamente rilevante se confrontato con quello registrato nel 2016: 511.047. Ciò significa che, in un anno, le politiche di controllo delle frontiere, nelle loro declinazioni più o meno liberali, hanno portato a più che dimezzare l’afflusso di migranti nel nostro continente. A riprova di questo cambiamento drastico nella gestione dell’immigrazione a livello europeo, ampliando lo spettro del confronto fino a tre anni fa, si vede come, dopo il picco registrato nel 2015 con 1 milione e 594mila ingressi, si è verificato prima un crollo (360mila nel 2016) e poi un calo graduale, fino ai 204mila dell’anno scorso.

Un filtro importante al flusso migratorio verso l’Europa è stato messo col Sis 2, Schengen Information System, una rete di controllo delle frontiere che genera alert condivisi da tutti i Paesi dell’Unione, come Truenumbers ha spiegato in questo articolo.

La nazionalità dei migranti

Come mostra il grafico, il flusso migratorio nel 2017 ha fatto riscontrare il maggior numero di arrivi, 19mila, tra i siriani in fuga dalla guerra. Subito dietro la Siria ci sono i migranti provenienti da tre Paesi dell’Africa nera, Nigeria, Costa d’Avorio e Guinea, da anni in scacco degli estremismi locali.

I dati si riferiscono al: 2017

Fonte: Unione Europea

Leggi anche: Per l’immigrazione una spesa di 4,1 miliardi (forse)
Immigrazione, la Germania ha speso 5,9 miliardi

 

 

Share with your friends










Inviare

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca