fbpx
 In Hot Topic, Politici

Come vengono impiegati i soldi dell’organizzazione accusata da Turmp di non fare abbastanza?

In questa pandemia globale l’Organizzazione mondiale della sanità è finita spesso sotto accusa, non solo da parte del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che ha annunciato tagli nei fondi erogati dagli Usa. Oltre ad essere stata al centro di polemiche per le indicazioni, a volte contrastanti, date ai singoli Paesi per la gestione dell’emergenza Covid-19, è stata più volte accusata da Donald Trump di aver portato avanti la disinformazione della Cina riguardo al Coronavirus, sottovalutandone il rischio. Da qui la decisione di tagliarne i sostegni economici. Ma come vengono spesi i soldi dell’agenzia dell’Onu  fondata nel 1946?

Le spese dell’Organizzazione mondiale della sanità

L’obiettivo dell’OMS è il raggiungimento da parte di tutte le popolazioni del livello più alto possibile di salute fisica, sociale e mentale. Nel grafico sopra sono raffigurate le principali voci di spesa dell’Organizzazione Mondiale della sanità. Oltre il 26,5% delle spese è destinato alla lotta contro la poliomielite, i cui principali finanziatori sono i coniugi Gates, il 12% per cercare di garantire l’accesso ai servizi sanitari nei Paesi del Terzo Mondo, e l’8,9% per sradicare le malattie prevenibili con i vaccini. Le voci che riguardano più direttamente l’emergenza Coronavirus sono quelle che configurano come Coordinazione e operazioni di supporto tra Paesi, per cui si spende il 6,1% del totale, la Prevenzione e il controllo delle epidemie, pari solo al 6%, e le Campagne di Informazione e sorveglianza, il 3%.

Bill Gates investe più di Regno Unito e Germania, la Cina contribuisce solo dell’1,5%

Gli Stati Uniti, come è ben visibile nel grafico in alto, sono il primo finanziatore dell’Oms con 893.004 milioni di dollari, il 15,9% del totale. Al secondo posto troviamo la fondazione privata di Bill Gates e moglie con 530.965 milioni, il 9,4% del totale. Al terzo il Regno Unito con 434.816 milioni di dollari, equivalenti al 7,7% del totale incassato dall’Organizzazione. Tra i primi dieci finanziatori compaiono sia enti privati, come la Gavi Alliance e il Rotary International, che statali, come la Germania e il Giappone. La Commissione Europea contribuisce per il 2,3% e solo al decimo posto troviamo la Cina con un versamento annuo di 85.980 milioni di dollari, pari all’1,5% del totale. L’Italia ne versa 59.414, ovvero lo 0,54%.

I dati si riferiscono al 2019-2020

Fonte: OMS

Leggi anche: L’Oms si schiera contro 64 milioni di maiali

Coronavirus, in Italia sono stati fatti 86.011 tamponi

Covid19 è una pandemia, ma quali sono state le altre?

Share with your friends










Inviare
Recommended Posts

Start typing and press Enter to search