fbpx
 In Hot Topic

La carne rossa provoca il cancro? Eppure per la suinicoltura è boom in Europa e Italia

Il rapporto dell’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc), che stabilisce un nesso tra il consumo di salumi, insaccati e carne lavorata con l’insorgere del tumore, rischia di scatenare gravi ripercussioni su un importante settore economico.

La carne rossa pericolosa?

A partire da quello dei suini, che nell’ultimo anno in Italia ha messo a segno risultati positivi. Basti pensare che tra l’aprile 2014 e l’aprile 2015 i suini presenti nel nostro Paese sono cresciuti dell’1,3%, raggiungendo quota 8 milioni 242mila; ancora meglio hanno fatto le macellazioni, aumentate del 2,6% tanto da fare parlare gli analisti di chiari segnali di ripresa del settore suinicolo nazionale.

I dati positivi italiani sono confermati dal trend europeo, con una produzione interna di suini cresciuta del 2,6%, pari a 64 milioni di capi, nel primo trimestre 2015, trainata da Paesi come la Spagna e la Polonia che hanno percentuali di incremento oltre l’8%.

Pertanto, l’allarme lanciato dall’Agenzia collegata all’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) arriva proprio nel momento in cui una parte di quella carne messa nel mirino per i suoi presunti effetti dannosi conosce un’impennata nelle produzioni e una ripresa delle sue quote di mercato.

I dati si riferiscono al: aprile 2014-aprile 2015

Fonte: Elaborazione Ismea su anagrafe zootecnica nazionale (Azn)

Leggi anche: Quante ore si passano ai fornelli a cucinare

Gli americani spendono 6mila dollari per mangiare

 

Share with your friends










Inviare
Recent Posts

Start typing and press Enter to search