In Soldi

Circa 10 miliardi in più rispetto al 2016 e 60 in più sul 2007. I conti in tasca allo Stato

Sarà stata la lotta all’evasione fiscale o forse è solo merito della timida ripresa economica: lo Stato non ha mai incassato così tanti soldi dai cittadini come nel 2017. I numeri delle tasse in Italia non mentono: le entrate tributarie sono state pari a 497,002 miliardi di euro, le entrate extra-tributarie hanno permesso di arrotondare il jackpot con altri 77,9 miliardi. Totale incassato: 574,976 miliardi di euro.

Quante tasse in Italia

Il grafico sopra mostra lo storico degli incassi delle tasse in Italia: entrate tributarie (in blu) ed extratributarie (in rosso), dal 2002 ad oggi. Come si può notare, nel 2017 si è toccato il record: mai era stata raggiunta una somma simile, soprattutto grazie al boom delle entrate tributarie che sono le vere e proprie tasse versate nelle casse pubbliche: comprende le imposte dirette (sul patrimonio e sul reddito) e le imposte indirette (come Iva, accise, monopoli, lotto, lotterie ed altre attività di gioco).

Il record del 2017 batte il primato raggiunto l’anno precedente quando erano stati raccolti complessivamente 566,3 miliardi, con 487,7 miliardi di entrate tributarie e 79,5 di extratributarie.

Monti Dracula?

Gli incassi per lo Stato aumentano praticamente sempre e negli anni di crisi economica chi doveva riscuotere le tasse non si è certo fermato. Nel 2012, anno orribile per l’economia italiana, c’è stato uno scatto in avanti decisamente invidiabile per la riscossione delle tasse in Italia. Tempi di governo Monti, lacrime e sangue: dai 489,9 miliardi messi insieme nel 2011 si passò senza troppi giri di parole a 534,3 miliardi nel 2012.

L’abilità dello Stato ad incassare risorse risulta ancora più evidente se si confronta il 2017 con il passato: tra entrate tributarie ed extratributarie, dieci anni fa Roma metteva insieme 473,7 miliardi: 100 miliardi di euro in meno rispetto a oggi.

Tutte le entrate dello Stato

Quelle tributarie ed extratributarie non sono ovviamente le uniche entrate dello Stato. Secondo le previsioni definitive sulle entrate complessive del 2017 Roma dovrebbe contare su ben 892 miliardi di euro a sua disposizione. Il grafico qui in basso mostra la composizione di tutte le entrate dello Stato.

Quelle tributarie ed extratributarie rappresentano le voci più importanti dei ricavi di Stato alle quali si aggiungono circa 3 miliardi di euro da alienazioni che comprendono la vendita di beni ed affrancazione di canoni, l’ammortamento di beni patrimoniali, il rimborso di anticipazioni e crediti vari al Tesoro. Ma l’altra voce importantissima per i conti italiani sono i prestiti: nel 2017, secondo le tabelle della Ragioneria dello Stato, l’accensione dei prestiti è valsa 314,195 miliardi di euro. Sono i soldi chiesti al mercato attraversi l’emissione di titoli di Stato.

I dati si riferiscono al 2017

Fonte: Ragioneria generale dello Stato

Leggi anche: Irpef: ecco quanto dichiarano gli italiani
In Lombardia le tasse sono più basse
E’ iniziato novembre, il mese peggiore per le tasse

Share with your friends










Inviare

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca