In Hot Topic

La pistola elettrica è utilizzata in 107 Paesi nel mondo. Ma non è affatto innocua

L’Italia entra a far parte del novero di Paesi che dotano le proprie forze dell’ordine di Taser, la pistola che spara scariche elettriche e non proiettili. Nel mondo sono 107 i governi che dotano gli agenti di questa particolare arma: dagli Stati Uniti d’America al Kenya passando per sei stati dell’Unione europea (tra i quali Francia, Germania e Regno Unito).

Il taser innocuo?

La pistola elettrica sarà sperimentata in Italia da Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza, in undici città-pilota: Milano, Napoli, Torino, Bologna, Firenze, Palermo, Catania, Padova, Caserta, Reggio Emilia e Brindisi. In questa prima fase, è stato spiegato, verranno acquistati 30 taser di produzione statunitense.

Negli Usa 49 morti da taser

Gli Usa sono il paese simbolo dell’uso del taser. E i dati che provengono dagli States dimostrano che un taser innocuo non esiste. Sebbene non sia un’arma classificata come letale, il taser può anche uccidere.

Il grafico in apertura mostra il numero delle persone uccise dalla polizia nel 2015, con le vittime classificate in base all’arma utilizzata nell’omicidio. In quell’anno le forze di polizia americane hanno ucciso 1.134 persone e il 4,3% di loro a causa delle scariche elettriche pari a 49 persone.

Con le sparatorie 1.010 morti

Non proprio poche vittime. Il taser fa meno morti solo delle sparatorie, in generale sempre molto frequenti negli USA. Sotto i colpi delle armi da fuoco, infatti, sono state uccise dai poliziotti 1.010 persone.

Fonte: Ministero dell’Interno-Dipartimento americano di Polizia

I dati si riferiscono al 2015

Leggi anche: I poliziotti americani uccidono 81 persone al mese
Lo stipendio di un poliziotto: meno di 1.500 euro al mese
L’Italia è il terzo Stato più militarizzato al mondo

 

Share with your friends










Inviare

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca