fbpx
 In Hot Topic

A 30 anni dal Muro i länder orientali hanno un Pil pro capite che vale il 73% dell’Ovest

Nel 1990 il Pil pro capite della ex Germania Est valeva il 45% di quello tedesco, adesso raggiunge il 73%. A 30 anni dalla caduta del Muro di Berlino i länder orientali si trovano ancora a rincorrere rispetto al più ricco Ovest. Certo, la ex Germania Est ha recuperato terreno in modo deciso – come si vede anche dalla statistica del più classico degli indicatori economici – ma, anche se è stata supportata a partire dal 1991 con i proventi della tassa di solidarietà Solidaritätszuschlag, il gap non è stato ancora colmato.

Riunificazione tedesca

La Germania Est, intanto, continua a spopolarsi, ha un rischio povertà più alto e ha una disoccupazione più alta dell’Ovest. E, proprio nei territori che fino a 30 anni fa erano sotto il controllo sovietico, cresce l’ultradestra di Alternative für Deutschland: il partito di estrema destra ha costruito il suo successo proprio in Turingia, Sassonia e Brandeburgo. Nel grafico qui sopra si vede l’andamento del Pil nei singoli länder. Si nota, così, che i länder orientali (Meclemburgo-Pomerania Anteriore, Brandeburgo, Sassonia, Sassonia-Anhalt e Turingia) contribuiscono meno degli altri al Pil tedesco. Certo, crescono (come si nota dalle linee in basso che vanno verso l’alto) ma restano lontani dai länder che trainano la Germania come il Bayern o Baden-Württemberg. Nel 2017, ad esempio, il Pil della ex Germania Est è cresciuto dell’1,9% ed è aumentato anche l’export passando dal 37,8% al 39,7%.

A 30 anni dal Muro di Berlino

Il report che il Governo tedesco pubblica ogni anno sullo status del processo di riunificazione fa notare anche che l’industria della Germania Est è molto più orientata verso prodotti primari. Prodotti che permettono di ottenere un valore aggiunto più basso di quello dell’Ovest. Qui, comunque, la crisi post Muro dei grandi poli industriali ha fatto crescere la disoccupazione e contribuito alla spopolamento delle zone meno centrali. Resta, comunque, il fatto che tra le 500 principali società tedesche solo 37 hanno la sede i negli stati orientali.

Da Dresda a Manchester

Lo stesso report fa notare che le regioni dell’Est non solo si stanno avvicinando all’Ovest, ma presentano indicatori economici simili a quelli di altre regione europee. Ad esempio, il Pil pro capite (ponderato secondo potere d’acquisto) nel distretto amministrativo di Dresda ha raggiunto il livello della regione della Greater Manchester in Inghilterra e lo stato della Turingia quello della regione Centro-Valle della Loira in Francia.

 

I dati si riferiscono al: 2018 

Fonte: Destatis 

Leggi anche: Pil della Germania, nel primo trimestre è aumentato dello 0,4%

Debito pubblico tedesco: calo del 5,9% in soli 3 anni

Share with your friends










Inviare
Recommended Posts

Start typing and press Enter to search