fbpx
 In Hot Topic

Significa che spendono più del 40% del loro reddito per la propria casa

Quanto spendiamo per le nostre abitazioni? Magari solitamente non ci poniamo questo quesito, ma ora diventa cruciale. Perché? Il nostro reddito si è assottigliato per il lockdown da coronavirus e, dall’altra parte, ci sono interi settori dell’artigianato che avrebbero un disperato bisogno che la domanda di interventi di edilizia (ma non solo) restasse alta. Per questo motivo, anche se le modalità sono state molto criticate dalle associazioni di categoria, il governo ha varato bonus fiscali per facilitare gli interventi.

Il sovraccarico abitativo in Europa

Ma veniamo al dunque. Secondo Eurostat il 9,6% della popolazione dell’Unione europea (l’ultimo dato disponibile è quello del 2018) ha speso più del 40% del reddito per la propria abitazione. Parliamo in questo caso di sovraccarico dei costi abitativi e possiamo includere nella voce il canone di affitto, la rata del mutuo ma anche eventuali interventi di edilizia al netto dei sussidi. In Italia è in questa condizione l’8,2% della popolazione.

Però ci sono grandi differenze tra Paese e Paese. Come si può vedere nel grafico in alto, la peggiore in Europa è la Grecia, dove il 39,5% delle famiglie vive in una condizione di sovraccarico abitativo. In 11 Stati membri, meno del 6,0% della popolazione viveva in abitazioni gravate da costi abitativi. È stato particolarmente raro riscontrare tali problemi a Malta (solo l’1,7% della popolazione) e Cipro (2,0%).

I Paesi in cui le famiglie spendono di più

Il tasso di sovraccarico dei costi delle abitazioni arriva invece al 10% o più in Romania, Germania, Danimarca e Bulgaria. E’ da precisare, comunque, che queste differenze possono, almeno in parte, riflettere le differenze nelle politiche nazionali in materia di edilizia popolare e sussidi pubblici. Eurostat, però, registra anche le statistiche di alcune Paesi che non fanno parte dell’Unione europea. E’ il caso della Gran Bretagna, dove il 15,1% delle famiglie spende più del 40% del reddito per le spese abitative. Troviamo anche le statistiche dell’Islanda (6,3%), della Norvegia (10,7%) e Svizzera (12,8%).

Fonte: Eurostat 

I dati sono aggiornati al: 2018 

Leggi anche: Il 27,8% degli italiani vive in case sovraffollate

Start typing and press Enter to search