In Crisi&Ripresa

Il District of Columbia batte tutti: 12,50 dollari, ma Seattle e San Francisco lo portano a 15

In Usa il salario minimo orario è fissato per legge a 7,25 dollari ma dal primo gennaio di quest’anno 19 Stati americani hanno deciso di aumentare questo limite.

Il salario minimo orario in Usa

Mentre in Italia il dibattito si concentra sul “reddito di cittadinanza”, negli altri Stati del mondo il salario minimo orario sotto il quale non si può andare è una realtà da anni. Da questo punto di vista gli Usa sono un caso interessante perché ogni Stato può decidere come modularlo, rispettando (non sempre, come vedremo) il limite federale. Infatti molti hanno aumentato quel limite. In totale, da quest’anno, sono 4,3 i milioni di lavoratori americani che possono giovarsi dell’incremento del salario minimo orario oltre il limite. Nel grafico sono indicati tutti gli Stati americani con il relativo salario minimo attualmente in vigore.

In cima c’è il District of Columbia dove un dipendente guadagna, per legge, non meno di 12,50 dollari l’ora. Nello Stato di Washington, invece, si viene pagati 11,50 dollari, comunque molto più del minimo federale di 7,25 dollari: limite che viene applicato in molti Stati, dalla Virginia alla Pennsylvania. Ci sono due eccezioni: il Wyoming e la Georgia hanno stabilito che un’ora di lavoro vale 5,15 dollari. Il New Mexico, invece, ha recentemente portato il salario minimo orario a 7,50 dollari.

Il salario minimo orario a San Francisco

Negli stati Uniti anche le singole città possono decidere di aumentare il salario minimo orario. Lo hanno fatto San Francisco e Seattle: entrambe hanno stabilito che un’ora di lavoro in città dovrà essere pagata almeno 15 dollari. Per i lavoratori questa modifica è operativa dall’inizio del 2018 a San Francisco e dal 2021 a Seattle.

Gli Stati che fanno eccezione

Esistono anche delle eccezioni, oltre agli Stati che non rispettano il salario minimo orario stabilito a livello federale. Si tratta di Tennessee, Sud Carolina, Mississippi e Louisiana dove non esiste un salario minimo. In Minnesota (* nel grafico) esistono due tipi di salario minimo orario: per chi guadagna più di 500mila dollari l’anno è fissato in 9,65 dollari per chi guadagna meno è a 7,75 dollari. In Montana (** nel grafico) le imprese con un giro d’affari inferiore a 110mila dollari l’anno possono pagare i dipendenti 4 dollari l’ora. In Nevada (*** nel grafico) i dipendenti ai quali l’impresa non fornisce l’assicurazione sanitaria possono prendere 8,25 dollari l’ora, quelli ai quali viene invece fornita si fermano a 7,25. In Ohio (**** nel grafico) le imprese con un giro d’affari inferiore a 297mila dollari l’anno possono applicare una paga minima oraria di 7,25 dollari. Infine, in Oklahoma (***** nel grafico) le imprese con un fatturato fino a 100mila dollari o con meno di 10 dipendenti, possono pagare un salario minimo orario di appena 2 dollari.

La situazione in Europa

Anche in quasi tutti gli Stati europei esiste, per legge, un salario minimo orario al di sotto del quale non si può scendere. Tra le pochissime eccezioni c’è l’Italia, da noi questo limite viene fissato dai contratti di lavoro categoria per categoria, come Truenumbers ha spiegato in questo articolo.

I dati si riferiscono al: 2018

Fonte: U. S. Labor Department

Leggi anche: La Germania aumenta la paga minima

La Rai produce mille precari in un anno

 

Share with your friends










Inviare

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca