fbpx
 In Soldi

Lo ricevono oltre un milione di famiglie. La Campania è la prima regione per domande

Poco più di una persona su dieci tra quelle occupabili che ricevono il reddito di cittadinanza ha sottoscritto il Patto per il lavoro, il primo passo per utilizzare questa misura nella ricerca di un impiego. In altre parole: per ora sono pochi quelli che utilizzano il reddito della cittadinanza per “respirare” in attesa di trovare un lavoro. Eppure, quella del sostegno dei giovani nella ricerca di un lavoro, era stata una delle principali motivazioni della legge.

Reddito di cittadinanza e lavoro

A sette mesi dall’avvio della misura voluta dal Movimento 5 Stelle, da un primo monitoraggio delle Regioni emerge che in Campania hanno sottoscritto il Patto per il lavoro in 15mila su 178mila, l’8,4%. Altre regioni del Sud fanno meglio, ma non si va oltre l’11,4% dell’Abruzzo (hanno sottoscritto il Patto in 1.600 su 14mila) e della Sicilia, dove hanno firmato 18mila su 162mila. In sostanza, i primi monitoraggi confermano le analisi di alcune associazioni che portavano verso una conclusione chiara: il reddito di cittadinanza nel Sud avrà un impatto nullo sul mercato del lavoro al Sud.

I ritardi

Si deve, però, dire che questi dati sono parziali perché non mancano le attenuanti. Se così si possono chiamare. In molte regioni italiane ci sono stati corposi ritardi che non rappresentano certo un vanto, ma hanno impedito per il momento alla macchina organizzativa di funzionare come dovrebbe. In Sicilia e in Molise, ad esempio, ci sono problemi con l’infrastruttura digitale, mentre in Campania i navigator non hanno ancora iniziato a lavorare nei centri per l’impiego perché manca la convenzione con Anpal Servizi. E la Puglia ha accusato altri problemi che hanno portato ad un ritardo nelle convocazioni dei beneficiari.

La geografia

L’Inps, intanto, ha aggiornato i numeri di reddito e pensione i cittadinanza: al 31 ottobre 2019 sono 1.020.610 nuclei
familiari che ne beneficiano. Sono state accolte 900.283 domande di reddito di cittadinanza e 120.327 domande di pensione di cittadinanza sulle 1.555.588 le domande presentate. Ma qual è la geografia dl reddito di cittadinanza? Come si vede dal grafico in alto, la prima regione è la Campania con 270.901 domande effettuate, di cui però ne sono state accolte 177.194 per quanto riguarda il reddito e 17.731 per la pensione. Segue la Sicilia con 239.936 richieste di cui 158.675 accolte per reddito e 17.997 per pensione. In terza posizione troviamo la Lombardia con 152.947 mila domande: ne sono state accettate 72.318 per il reddito e 13.211 per la pensione.

Val d’Aosta e Trentino-Alto Adige

Tra le regioni con meno richieste si trova la Valle d’Aosta, in ultima posizione, dove ci sono state 2.014 richieste di cui circa la metà accettate: 953 quelle per il reddito e 179 per la pensione. A precedere la Valle d’Aosta troviamo il Trentino-Alto Adige dove 7.163 cittadini hanno fatto richiesta per il sussidio, 2.875 le domande accolte per il reddito e 441 quelle accolte per la pensione.

I dati si riferiscono al: 2019 

Fonte: Inps 

Leggi anche: Calano ancora i tedeschi che ricevono il sussidio statale

Il 14% dei navigator italiani è in Campania, ma senza contratto

Share with your friends










Inviare
Recommended Posts

Start typing and press Enter to search