fbpx
 In Hot Topic

In tutto sono 2.980. Ecco le regioni e le province che ne hanno di più. Solo a Napoli ce ne sono 274

Lo scorso giovedì hanno iniziato a lavorare i navigator, nuove figure professionali ed elemento chiave dell’operazione reddito di cittadinanza. Sono 2.980 in tutta Italia, guadagnano 27.338,76 euro lordi l’anno e il loro contratto scade il 30 aprile 2021.

La protesta dei navigator campani

La regione nella quale si prevede lavorino il maggior numero di navigator è la Campania, ma quelli che hanno vinto il concorso del 20 giugno stanno vivendo un’esperienza abbastanza paradossale: devo trovare un contratto di lavoro per i titolari del reddito di cittadinanza, ma loro stessi non hanno il contratto. Motivo? Il governatore De Luca non ha firmato la convenzione con Anpal, l’Agenzia nazionale politiche attive del lavoro.

I numeri per regione

Come detto, in Campania ci sono 471 dei 2.980 navigator totali, con Napoli provincia più rappresentata d’Italia: 274. La ragione di questo dato, oltre alla demografia (la Campania è la terza regione italiana per popolazione), risiede nel fatto che qui i centri d’impiego sono sotto pressione come in nessuna altra regione italiana per la mole di richieste del reddito di cittadinanza che hanno invaso gli uffici.

Dopo la Campania, guardando la mappa sopra, la regione con più navigator è la Sicilia, con 429 impiegati (125 a Palermo). Terza la Lombardia, con 329 tutor pronti a iniziare la loro avventura. Complessivamente il 51,6% dei navigator sono al Sud e il 31,2% al Nord. Il restante 17,2% al Centro con il Lazio che ne assorbe oltre la metà.

Il grafico qui sopra mostra le 10 province con più navigator. Sul podio insieme a Napoli ci sono Roma e Palermo. Solo due su dieci della top ten sono del nord: Torino e Milano, con la prima che supera il capoluogo lombardo.

Cosa fanno i navigator

Questa nuova figura professionale deve aiutare i cittadini beneficiari del reddito di cittadinanza a trovare lavoro (per questo sono anche detti tutor del reddito di cittadinanza). Dovranno seguire il disoccupato in tutto il processo che va da quando i centri per l’impiego lo prendono in carico, fino a quando viene assunto. Lo aiuteranno nel procurargli i colloqui di lavoro e verificheranno che tutte le procedure siano seguite correttamente.

I dati si riferiscono al: 2019

Fonte: Anpal

Leggi anche: Reddito di cittadinanza, con 780 euro il più ricco nell’Unione Europea

Share with your friends










Inviare
Recommended Posts

Start typing and press Enter to search