fbpx
 In Hot Topic

A 30 dal Muro di Berlino nei länder orientali il dato arriva al 20,9%, media tedesca al 19%

Nella ex Germania Est il rischio di diventare poveri è più alto che nella Germania Ovest. A 30 anni dalla caduta del Muro di Berlino, del quale ricorre l’anniversario il 9 novembre 2019, le differenze sociali tra le due parti del Paese non si sono colmate, nonostante il cosiddetto contributo di solidarietà, il Solidaritaetszuschlag. E’ la misura varata da Helmut Kohl nel 1991 per sostenere i costi della riunificazione e colmare le disparità sociali tra le due Germanie.

Riunificazione tedesca

La storica tassa, diventata ormai una voce stabile nel bilancio tedesco, adesso viene viene calcolata applicando un’aliquota del 5,5% all’imposta sui redditi delle persone fisiche, ma presto verrà ridimensionata fino ad essere abolita. Intanto, secondo l’ufficio federale di statistica tedesco il rischio povertà ed esclusione sociale è in calo in Germania, ma si mantiene più alto nei länder della ex Germania Est, quelli che prima della caduta del Muro di Berlino facevano parte della Ddr.

A 30 anni dalla caduta del Muro

In Germania ci sono notevoli differenze tra un länder e l’altro nel rischio povertà ed esclusione sociale calcolato dall’ufficio federale di statistica tedesco, Destatis, a partire dai dati del 2018. I cittadini dello stato di Brema – secondo gli indicatori di Destatis – sono più a rischio degli altri: qui il dato arriva al 22,7% quando la media tedesca è del 19%. Certo, lo stato di Brema non è tra gli stati dell’ex Germania Est, ma scorrendo la classifica nelle posizioni più alte per rischio povertà – come si vede nel grafico sopra – si trovano solo regioni che 30 anni fa erano sotto il controllo sovietico. E’ il caso del Meclemburgo Pomerania Anteriore, dove il dato è al 20,9%, e della Sassonia-Anhalt (19,5%). La città di Berlino, invece, è al 18,2%. Mentre in sesta e settima posizione troviamo altri due stati dell’ex Germania Est, la Sassonia e la Turingia. Guardando, invece, le popolazioni che rischiano meno in testa troviamo il Bayern (11,7%) e anche il ricco Baden-Württemberg presenta dati simili con l’11,9%.

Rischio povertà in Germania

Se si considera, invece, tutta la Germania il rischio povertà è diminuito: nel 2008 era al 20%, adesso è al 19%. Per dare un’idea la media europea nel 2017, anno della rilevazione tedesca, era al 22,4%. Ma comprende anche stati molto lontani dalla ricca Germania. Secondo le rilevazioni di Destatis il rischio povertà dal 2008 è sceso in tutte le categorie sociali, ma c’è un’eccezione: tra gli over 65 è aumentato sia tra gli uomini che tra le donne. Per i maschi, però, le probabilità di cadere in povertà sono cresciute di più passando dal 12,6% al 15,3% in 10 anni.

I dati si riferiscono al: 2017 

Fonte: Destatis

Leggi anche: Sorpresa, la Germania Est attrae studenti dall’Ovest 

Muro di Berlino, la Germania Ovest batte l’Est nel turismo

 

Share with your friends










Inviare
Recommended Posts

Start typing and press Enter to search