In Notizie curiose
Share with your friends










Inviare

Senza elettricità, 558 milioni di persone cucinano bruciando biomasse

Più della metà degli abitanti della terra senza energia elettrica vive in Africa Subsahariana: sono 588 milioni di persone, su un totale di 1,1 miliardi di esseri umani costretti a sopravvivere senza elettricità. La difficoltà di accesso alle fonti di energia è uno dei problemi principali, con ricadute immediate sulla collettività.

Energia nell’Africa Subsahariana

Nella stessa zona, non a caso, risiede il 30% della popolazione mondiale che non può cucinare in maniera pulita. L’accesso al ‘clean cooking’, ovvero la possibilità di preparare i cibi in una cucina moderna, è negato a 836 milioni di persone del territorio (con 780 milioni di persone cucinano ardendo biomassa). A livello mondiale sono 2,8 miliardi le persone che non possono permettersi di cucinare in maniera sana e sicura, con gas o stufe pensate ad hoc per preparare i cibi.

Clean cooking l’outlook al 2030

Anche in India e Cina la situazione è critica. Nel 2015 non avevano accesso a un sistema di cottura efficace ben 834 milioni di persone in India – il 64% della popolazione – e 457 milioni di cittadini cinesi (33%). Se in Cina le cose con il tempo migliorano, lo stesso non si può dire per l’India e l’Africa Subsahariana.

Come mostra il grafico sopra, nel 2000 le persone che non avevano la possibilità di cucinare in maniera pulita erano meno e l’outolook per il 2030 non è positivo per l’Africa Subsahariana: il numero dei suoi abitanti che non potranno cucinare salirà a 900 milioni tra un decennio. In India, invece, la situazione migliorerà: saranno 580 milioni i cittadini che non potranno contare su una cucina moderna nel 2030. Circa 250 milioni di persone, insomma, riusciranno ad emanciparsi.

La mancanza di cucine all’altezza degli standard minimi di pulizia e igiene compromette il benessere generale della regione. Gli effetti sono diretti sulla popolazione: aumentano i rischi per la salute, sia legati alla qualità dei cibi preparati sia per l’alta probabilità di subire gravi incidenti domestici.

I dati si riferiscono al: 2015

Fonte: Ecdpm e Iea 

Leggi anche: È scomparso l’11% della foresta africana

Quanto è democratica l’Africa, al top il Botswana

Ecco chi compra la terra degli africani

Share with your friends










Inviare

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca