fbpx
 In Business, Senza categoria

Coop è la prima in Italia con 750 referenze, seguono Esselunga e Pam

Il biologico in Italia continua ad andar bene, aumentano i prodotti ed aumentano le vendite. A trainare l’intero mercato non sono solo le boutique e i piccoli venditori, ma anche i grandi supermercati e ipermercati. Nella Gdo, infatti, la vendita di prodotti biologici è aumentata nel 2019 del 16,4%, con un fatturato ormai doppio rispetto a quello dei negozi specializzati che comunque continua a crescere del 3,2% rispetto all’anno precedente.

Nel 2020 il trend positivo è arrivato anche per i canali di e-commerce con l’acquisto online di prodotti biologici che hanno toccato il 12,5% del totale delle vendite. Oltre 22 milioni di famiglie italiane hanno acquistato almeno una volta un prodotto biologico nell’ultimo anno, per un giro di affari complessivo di 3,3 miliardi di euro.

 

Il numero di referenze bio è cresciuto del 628%

Secondo quanto emerge dalla quarta edizione del Focus Bio Bank, dal 2001 al 2019 la crescita del bio nelle marche della Gdo è stato più che rilevante. Si è passati da 644 a 4.686 referenze bio, un aumento pari al 628%. Una crescita quindi da 92 a 180 referenze medie per catena in cui, come si vede nel grafico sopra, è Coop la leader nazionale, con 750 referenze bio. Segue poi Esselunga con 485 referenze e sale sul podio anche la catena di Pam Panorama, con 366 referenze.

Nel calcolo totale sono 15 le catene che hanno ampliato l’assortimento nel 2019, mentre 9 lo hanno confermato e solo una lo ha ridotto. È bene sapere che nel conteggio sono indicate le referenze nella marca bio, integrate da alcune referenze bio presenti in altre marche della catena.

 

Breve storia del biologico nella Gdo italiana

I primi approcci sistematici al biologico per la Gdo risalgono al 1992, grazie all’entrata in vigore del regolamento europeo che ha dato la giusta certezza normativa al settore. Nel 1995 è proprio Coop, con Naturali Biologici, a presentare l’ortofrutta a marchio di vari produttori. Sulla scia di Coop anche altre catene iniziano all’interno dei propri supermercati frutta e verdura bio: basta pensare che nel 1996 erano 130 e appena 4 anni dopo il numero di store aumentò fino a 1.439 unità.

La svolta decisiva avvenne nel 1999 con Esselunga che lanciò la prima linea bio di una catena di supermercati: Esselunga Bio. La mossa è stata seguita ben presto dagli altri marchi italiani, chi prima e chi dopo, diventando 26 nel 2019.

 

 

I dati si riferiscono al 2020

Fonte: Focus Bio Bank

Leggi anche:

Fatturato Gdo, tra le top mondiali neanche una italiana

Despar, negli ultimi 5 anni cresce fatturato e MDD

Gruppo VéGé cresce più di tutti gli altri, rallentano Esselunga e Coop

Share with your friends










Inviare
Recommended Posts

Start typing and press Enter to search

More in Business, Senza categoria
Migliori app home banking, vince il Credito Valtellinese

Il giudizio degli utenti è di 4.5. Buone valutazioni anche per Mediolanum, Unicredit e Widiba

Close