fbpx
 In Hot Topic

E’ il Paese in cui la quota è aumentata di più dal 2010. La media europea è del 29%

Il 29% dei residenti dell’Unione europea non si può permettere una vacanza di una settimana. E’ quanto emerge dall’ultima rilevazione sul tema di Eurostat. L’ufficio di statistica dell’Ue fa comunque notare che questa quota è gradualmente diminuita dal 2010, quando il 39% degli europei non si poteva permettere di passare una settimana in vacanza lontano da casa.

Risparmi e vacanze, cos’è successo dal 2010?

In Italia questa quota arriva al 44%, bel al di sopra della media europea. E si deve registrare che il nostro Paese, assieme a Grecia, è l’unico Paese nell’Unione europea in cui la quota di persone che non si possono permettere una vacanza di una settimana è aumentato rispetto al 2010. In Italia sono cresciute di 4 punti percentuali e in Grecia di 3.

I cali più consistenti, invece, si sono registrati in Lettonia (-35 punti percentuali), Malta (-30 punti percentuali), Bulgaria e Polonia (entrambi -27 punti percentuali) ed Estonia (-26 punti percentuali). In ogni caso, anche se i dati si fermano al 2019, Eurostat ipotizza che a causa dei blocchi attuati in tutto il mondo nel 2020 per rallentare la rapida diffusione del coronavirus e della crisi economica in corso, è probabile che questa tendenza al ribasso si fermi nel 2020.

Chi non si può permettere una settimana lontano da casa?

Come si vede nel grafico in alto, tra gli Stati membri dell’Unione europea la Romania registra la più alta percentuale di persone in questa situazione, con la maggior parte dei rumeni (54%) che non potevano permettersi una vacanza annuale di una settimana nel 2019.

I residenti della Grecia arrivano ​​secondi, con il 49% non in grado per una settimana di vacanza lontano da casa, seguita da Croazia (48%), Cipro (45%) e, appunto, l’Italia (44%). Al contrario, nella fascia più bassa della scala, solo il 10% delle persone in Svezia non si può permettere una vacanza annuale di una settimana, seguita da Danimarca e Lussemburgo (entrambe l’11%), Finlandia (12%), Germania e Austria (entrambi il 13%).

Fonte: Eurostat 

I dati sono aggiornati al: 2019 

Leggi anche: I Comuni italiani che hanno più stabilimenti balneari 

Share with your friends










Inviare
Recent Posts

Start typing and press Enter to search