fbpx
 In Hot Topic

Con il decreto Rilancio 3.500 posti letto in più. In Germania sono 33,6 ogni 100mila abitanti

Il decreto Rilancio stabilizzerà 3.500 posti in più in terapia intensiva. Si passa da un numero di 5.179 (pre-emergenza) a 8.679, con un incremento del 70%. Questo porta la disponibilità di terapie intensive a 11.091 posti letto di terapia intensiva, + 115% rispetto alla disponibilità in pre-emergenza. La pandemia di Covid19 ha senza dubbio messo sotto stress il sistema sanitario come non era mai successo dalla Seconda guerra mondiale. Il peggio sembra ormai alle spalle, ma le varie regioni hanno dovuto aumentare la capacità dei reparti di terapia intensiva altrimenti non avrebbero retto l’urto dell’emergenza.

Ci sono anche statistiche che ci aiutano a fare confronti internazionali. Tra queste quella di Destatis, l’ufficio di statistica della Germania, che ha messo insieme i numeri dei letti di terapia intensiva negli ospedali dei principali Paesi europei per effettuare un confronto. I dati vengono dall’Ocse e nel caso dell’Italia sono recentissimi, risalgono al 2020. E risulta che ci sono solo 8,6 letti in terapia intensiva su 100 mila abitanti. Sono poco più di 5 mila complessivamente.

Leggi anche: Gli infermieri in Italia sono 5,8 ogni mille abitanti, lo dice l’Ocse

Il calo dei posti letto

Solo in pochi altri Paesi avanzati si è assistito a tale carenza di posti nell’emergenza. In Spagna per esempio. Ma non in Germania, nonostante ormai il numero di contagi si avvicini a quello italiano. Tra le ragioni c’è una concentrazione di letti in terapia intensiva quasi quadrupla rispetto all’Italia. In Germania infatti ci sono 33,9  ogni 100 mila abitanti (in questo caso l’ultimo dato aggiornato risale al 2018). Sono primi tra i Paesi più importanti d’Occidente. Segue l’Austria, con 28,9, che supera gli Stati Uniti, dove sono 25,8.

In Francia il numero di posti in terapia intensiva per abitante è la metà che in Germania, 16,3 ogni 100 mila, ma quasi doppio che in Italia. Anche la Spagna fa meglio di noi, con 9,7 posti sempre ogni 100 mila abitanti (dato aggiornato al 2017). Curiosamente due Paesi per altri versi molto avanzati, Danimarca e Irlanda, hanno meno letti dell’Italia, 7,8 e 5 sempre ogni 100 mila abitanti.

I dati si riferiscono al: 2017-2020

Fonte: Destatis

Leggi anche: Coronavirus, in 24 ore 760 morti e 4.728 contagiati

 

 

Start typing and press Enter to search