In Notizie curiose
Share with your friends










Inviare

In alcune aree del mondo si arriva al 61%. Ecco quanto Pil si perde a causa della siccità

La regione che, partendo dal Marocco, abbraccia tutto il Nord Africa e comprende anche il Medio Oriente fino all’Iran, racchiude i territori più aridi dell’intero pianeta. La chiameremo Mena: Middle East and North Africa.

A quanti manca l’acqua

Come mostra il grafico sopra, in quest’area la popolazione che vive in condizioni di stress idrico è il 61% del totale. Sono tre persone su quattro tra quelle che vivono nella zona Mena. Ma che cosa si intende per stress idrico? Si tratta di una condizione di grave assenza di acqua a livello del terreno e, nell’area di cui stiamo parlando, entro il 2040 ben 14 Stati ne soffriranno ad un livello estremo.

Il dato relativo a questa zona del pianeta fa ancor più impressione se rapportato alla media del resto del mondo che è del 36%. Significa che, in tutto il mondo, una persona su tre vive in condizioni di carenza d’acqua. Questa la situazione a livello mondiale. Guardando a casa nostra, in Italia, Truenumbers in questo articolo aveva fatto il punto sugli sprechi idrici.

Incidenza dello stress idrico sul Pil

Un altro aspetto illustrato dal grafico sopra è che, nell’area che va dal Marocco all’Iran, il 70% del Pil è generato in territori sottoposti a stress idrico, mentre nel resto del mondo questa percentuale è del 22%. Ciò vuol dire che la carenza d’acqua ha potenzialmente un ruolo determinante nella ricchezza di ogni Paese, oltre ad essere una causa molto seria di conflitti sociali. Ma vediamo, nel grafico sotto, a quanto può ammontare la variazione del Pil a causa della scarsità d’acqua, fino al 2050.

L’area che ci interessa, Nord Africa e Medio Oriente, è quella in cui lo stress idrico è potenzialmente in grado di incidere di più sul Pil: la carenza d’acqua provoca una perdita di Pil che dal 6,02% fino al 14% entro il 2050. Il mondo occidentale, rappresentato da Europa e Stati Uniti presenta un’incidenza pressoché nulla, intorno allo zero, così come anche il dato medio del mondo si attesta tra il +0,09% e il -0,49%.

I dati si riferiscono al: 2017

Fonte: World Bank, Ecfr

Leggi anche: Italia colabrodo, il 35% dell’acqua si perde nel nulla
Ci sono anche i migranti climatici: sono 24 milioni

Share with your friends










Inviare

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca