fbpx
 In Business

Non si parla di altro, ma che cosa sono i fattori environmental, social e governance?

Focalizzare l’attenzione esclusivamente sui rendimenti finanziari e i fondamentali di un determinato settore è diventato ormai riduttivo. Gli investitori, infatti, prestano sempre più attenzione alle politiche ESG. Cosa sono? L’acronimo sta per Environmental, Social, Governance e si utilizza proprio in ambito economico e finanziario per indicare le attività legate all’investimento responsabile. In poche parole, si prendono maggiormente in considerazione gli aspetti di natura ambientale, sociale e di governance.

Solo il 20% delle banche centrali guarda alle politiche ESG

Il grafico sopra mostra la quota totale di banche centrali e fondi sovrani con una specifica politica di Esg nel 2019. Solo il 44% si questi esplicitavano una visione responsabile nelle proprie azioni di mercato e nei propri report. I fondi sovrani la perseguivano per il 60%, le Banche centrali appena per il 20%. Tra gli asset manager che operano in Italia, Amundi da anni sviluppa esplicite politiche di ESG. La chiusura del primo trimestre 2020 vede 1.527 miliardi di masse in gestione al fondo francese e una crescita del 3,5% sullo stesso periodo del 2019, con il segmento retail e joint venture che aumenta di 12,1 miliardi.

Amundi, +7% per le masse che rispondono ai criteri ESG

I dati diffusi il 30 aprile dall’asset manager dimostrano il successo dell’offerta ESG: le masse gestite di Amundi che integrano i criteri di responsabilità hanno raggiunto i 314 miliardi di euro, con un’aumento del 7% per anno. Nel 2018 la controllata di Crédite Agricole ha approvato un piano triennale con l’obiettivo di arrivare al 2021 con tutti i fondi che rispondano ai criteri ESG. Ma tra gli altri risultati, l’utile operativo lordo è aumentato di oltre il 12% grazie sia ad un aumento dei ricavi netti dalle masse in gestione, sia da una diminuzione dei costi. L’utile netto, invece, è rimasto ad un livello elevato, pari a 206 miliardi di euro. Geograficamente, l’Asia, nonostante l’epidemia, genera 4,8 miliardi di euro di afflussi netti nel primo trimestre 2020 e rappresentando il 19% delle attività totali gestite da Amundi: 286 miliardi di euro.

 

I dati si riferiscono al 2019-2020

Fonte: Invesco – Amundi

Leggi anche: Le aziende che utilizzano più energia rinnovabile

Stipendi, i lavori migliori in finanza e assicurazioni

Farmaceutica, impennata di Diasorin in Borsa

Share with your friends










Inviare
Recommended Posts

Start typing and press Enter to search