fbpx
 In Hot Topic

L’Abruzzo è la regione più fornita: la quota arriva a 12,04. Restano aperte, per ora

Le palestre chiudono o no? Il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora, il giorno dopo la conferenza stampa del premier Giuseppe Conte sul nuovo Dpcm in tema coronavirus, chiarisce: “Palestre e piscine non chiudono, restano aperte con nuove misure di sicurezza”. Giuseppe Conte, intanto, ha rimandato la decisione tra 7 giorni. Le palestre, è giusto ricordarlo, sono rimaste chiuse per mesi nelle prime fasi del lockdown e, proprio per la tipologia di attività, hanno potuto riaprire più tardi rispetto a tante altre categorie. E lo hanno fatto con regole precise che ne riorganizzavano l’attività.

Il ministro dello sport ha aggiunto in un lungo post su Facebook: “Proseguono partite e gare sportive dilettantistiche a livello regionale e nazionale, mentre per il livello provinciale, società, associazioni sportive ed enti di promozione proseguiranno gli allenamenti degli sport di squadra, ma in forma individuale, come le squadre di Serie A all’inizio della fase due”.

Quante sono le palestre private in Italia?

Ma quante sono le palestre private in Italia? In tutto, secondo l’indagine più recente di Unioncamere (pubblicata nel 2019), sono 5.100: 8,44 ogni 100mila abitanti. La regione che ne ha di più in termini assoluti è, ovviamente, la Lombardia con 1.072: un quinto del totale italiano. La regione che ne ha meno, invece, è la Valle d’Aosta: qui sono solo 6.

Ma è più interessante guardare quante sono le palestre nelle varie regioni italiane in proporzione agli abitanti. Dal grafico in alto scopriamo così che la regione più con il numero più alto per 100mila abitanti è l’Abruzzo: 12,04. Seguono le Marche con 10,88 e, appunto, la Lombardia con 10,65. Ci sono, poi, 7 regioni che hanno 9 palestre ogni 100mila abitanti: sono Veneto, Friuli Venezia Giulia, Molise, Emilia Romagna, Trentino Alto Adige e Liguria.  La Valle d’Aosta è la regione che ne ha meno anche in proporzione al numero di abitanti: sono 4,77 ogni 100mila residenti.

Fonte: Unioncamere 

I dati sono aggiornati al: 2019 

Ultimo aggiornamento: 19 ottobre 2020

Leggi anche: Le professioni che rischiano di più con il coronavirus 

Coronavirus, gli italiani si lavano le mani 11,6 volte al giorno 

Share with your friends










Inviare
Recommended Posts

Start typing and press Enter to search