fbpx
 In Notizie curiose

Tra i preferiti dalle coppie restano anche Aurora e Giulia. Le differenze tra le regioni

Sofia, Giulia e Aurora. Sono questi i nomi che sono piaciuti di più alle mamme e papà nel 2018, sono infatti i nomi femminili italiani più diffusi fra le nuove nate. Sono gli ultimi dati dell’Istat disponibili sui nomi registrati negli uffici anagrafe del Paese. Non parliamo di nomi particolari, ma di quelli più scelti.

Per le bambine, a eccezione della Provincia Autonoma di Bolzano, dove primeggia il nome Emma, in tutte le altri regioni si ritrovano gli stessi tre nomi del podio nazionale. Per i maschi, invece, i nomi italiani più utilizzati sono Leonardo e Francesco.

I nomi più scelti per le bambine

Sofia si conferma al primo posto nella classifica dei nomi di bambine in dieci regioni del Centro-nord, in Basilicata (a pari merito con Giulia) e in Calabria. Aurora, stabile al terzo posto in classifica rispetto allo scorso anno, primeggia nelle Marche e in quattro regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Molise, Campania e Sardegna). Il nome Giulia, anch’esso stabile al secondo posto, torna in cima alla classifica nel Lazio, in Puglia e in Sicilia. Cercando, però, nomi di femmina più particolari troviamo Nicole in quindicesima posizione: l’hanno scelto 2.461 per bambine nel 2018.

Greta è ottava tra i nomi italiani

Anche Greta, il nome della giovanissima attivista svedese impegnata per il clima, è fra i nomi femminili italiani preferiti dai neo-genitori anche se è solo all’ottava posizione tra i più scelti nel 2018, con 3.043 “preferenze”. In pochi però conoscono il suo nome completo:  Greta Tintin Eleonora Ernman Thunberg, nata a Stoccolma il 3 gennaio del 2003.

Greta ha iniziato le proprie proteste seduta a gambe incrociate scioperando di fronte al Riksdag in Svezia, con lo slogan Skolstrejk för klimatet (tradotto in italiano: “Sciopero scolastico per il clima”) scandito a caratteri cubitali su foglio di cartone da imballaggio. Le sue manifestazioni sono iniziate ad agosto del 2018 quindi è possibile aspettarsi una crescita delle “Greta” quando saranno disponibili i dati dell’anno scorso. I suoi “Fridays for future” hanno, infatti, ispirato migliaia di giovani di tutto il mondo, così come i discorsi di fronte a vertici e capi di Stato. L’ultimo in apertura del Climate Action Summit a margine dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

I dati si riferiscono al 2018

Fonte: Istat

Leggi anche: In Usa vanno forte i nomi Unisex: ecco quali sono

Start typing and press Enter to search