fbpx
 In Futuro&Tech, Scuola

 

In Germania il tasso di occupazione dei neolaureati è il doppio che in Italia

Il grafico racconta due storie e in entrambe noi arriviamo per ultimi. Ecco la prima: quanti neolaureati trovano lavoro in Italia? La metà che a Malta o in Germania. Nel 2015, infatti, il tasso di occupazione dei laureati tra i 20 e i 34 anni è stato da noi del 48,5%, molto sotto la media Europea del 76,9% e lontanissimo dai primi in classifica, Malta con il 95,1% e la  Germania con il 90,4%. Detto altrimenti: chi finisce l’Università in questi Paesi è quasi certo di trovare un lavoro nei tre anni successivi al diploma. Al contrario, chi si laurea in Italia in un caso su due resterà disoccupato per tre anni.

Il lavoro dopo l’Università

Dire che siamo lontani dagli obiettivi fissati dall’Europa è un eufemismo. La Cooperazione comunitaria nel settore dell’istruzione e della formazione (per tutti: ET 2020), ha infatti fissato all’82% il tasso di occupazione dei neolaureati da raggiungere entro il 2020. La rincorsa per noi sarà lunga. Sono invece già arrivati Germania e Malta, Paesi Bassi e Austria, Svezia, Regno Unito, Lussemburgo, Repubblica Ceca e Lituania.

Si stava meglio 10 anni fa

Veniamo alla seconda storia, che comincia dieci anni fa. La tabella, infatti, mostra anche un confronto com’era la situazione del lavoro dopo l’Università nel 2005 e nel 2015. Che sia migliorata? Macché. La media totale dei 28 Paesi non è cambiata di molto, anzi, era del 76,5% nel 2005 ed è praticamente la stessa (76,9%) nel 2015. Ma da noi la percentuale è crollata: meno 15%. “Colpa della crisi del 2008 e del forte impatto che ha avuto sull’accesso al mercato del lavoro dei laureati”, commenta Eurostat. Sarà, ma di certo con il nostro -15% andiamo peggio di Spagna, Portogallo e Irlanda, gravemente colpiti dalla crisi come e più di noi ma con una flessione dell’occupazione che rimane arginata sui 10 punti.

I dati si riferiscono al: 2005 – 2015
Fonte: Eurostat

Leggi anche:

Una laurea non assicura il lavoro. Nenache un master
Perché in Italia non conviene laurearsi
Laureati, siamo i peggiori del mondo
Sei laureata? Allora allatterai al senoLaureati, siamo i peggiori del mondo
Università: il ricercatore prende il posto del prof

Recent Posts

Start typing and press Enter to search