In Futuro&Tech

In ricerca e sviluppo spende 13 miliardi. Telecom la prima italiana: 78esima

Nel 2016 i maggiori 2.500 soggetti industriali mondiali hanno investito un totale di 741,6 miliardi di euro in ricerca e sviluppo (R&S) e, di questi, solo 192,5 sono stati spesi dalle imprese europee. È quanto emerge dal Eu R&D Scoreboard, lo studio promosso dalla Ue per valutare la spesa in ricerca sostenuta dalle maggiori industrie del panorama mondiale. Secondo la ricerca, il 2016 è stato il sesto anno consecutivo di aumenti significativi degli investimenti in R&S.

Investimenti ricerca e sviluppo

Al top della classifica worldwide c’è Volkswagen: la casa automobilistica tedesca, come mostrano le colonne blu del grafico sopra, è la numero uno per investimenti in R&S e con 13 miliardi di euro; batte i colossi della tecnologia, Alphabet (ovvero Google), Microsoft e Samsung. La linea rossa (scala di destra) del grafico, invece, mostra l’indice R&S Intensity, ovvero, l’impatto degli investimenti in R&S sul net sales aziendale. Questo indice vale il 6,3% per Volkswagen, il 15% per Alphabet e il 14,5% per Microsoft. L’ultima tra le migliori dieci è la svizzera Novartis che nel 2016 ha investito 8,5 miliardi in R&S con un impatto sulle vendite del 18,2%.

Investimenti in ricerca e sviluppo, l’Europa

Il grafico sotto mostra i dati sugli investimenti in ricerca e sviluppo delle prime 10 aziende europee.

Risultato: in testa c’è sempre Volkswagen seguita da un’altra casa automobilistica, sempre tedesca, la Daimler che investe 7 miliardi con un indice di intensità del 4,9%. Nella top 10 europea, al terzo posto, c’è la Robert Bosh che investe 5,5 miliardi con un indice di intensità del 7,6%.

Lo scorso anno le imprese europee hanno aumentato del 7% gli investimenti in ricerca e sviluppo, un ritmo superiore al tasso medio di crescita mondiale (5,8%), sostiene l’Unione europea nella sua ricerca. I settori delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, della salute e automobilistico sono nel terzetto di testa in termini di aumento degli investimenti in R&S tra le imprese europee.

Investimenti in ricerca e sviluppo, l’Italia

E l’Italia? Considerando Fca un’azienda olandese, la prima italiana che fa capolino nella classifica delle migliori 2.500 società mondiali è Telecom, al 78esimo posto con 1,7 miliardi investiti con un R&S Intensity del 9,2%. Il grafico sotto mostra tutte le società italiane presenti nella classifica mondiale: in totale sono 24, con Leonardo e Intesa Sanpaolo che seguono l’incumbent delle telecomunicazioni. Al top per R&S Intensity in Italia c’è Chiesi Farmaceutica che ha un impatto del 21,6% di investimenti sulle vendite nette; è seguita da Leonardo (11,2%), con Telecom che chiude il podio.

In totale le aziende italiane che sono rientrate nel Global rank hanno investito nel 2016 5,7 miliardi di euro in R&S, lo 0,76% dei 741,6 spesi dalle 2.500 aziende mondiali prese in considerazione. In questo post Truenumbers ha approfondito i dati italiani, che non sono per niente esaltanti.

I dati si riferiscono al: 2016

Fonte: Unione europea

Leggi anche: Gli investimenti pubblici sono crollati del 15%

Boom di investimenti diretti Usa in Russia

Share with your friends










Inviare

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca