fbpx
 In Business

Mediolanum a razzo: scalate 149 posizioni nella Brand 500. Intesa San Paolo prima

Il gruppo bancario nato dalla fusione tra Sanpaolo IMI e Banca Intesa, è uno dei pochi al mondo ad aver realizzato e pubblicato volontariamente il report di sostenibilità. Ma nell’elenco banche italiane per brand value, è Mediolanum quella a performare meglio.

Valore e sostenibilità

Intesa San Paolo ha da poco pubblicato un  documento sulle attività non finanziarie dell’azienda analizzate con una serie di indicatori di qualità. Infatti, nel piano d’impresa 2018-2021, la banca si è impegnata a fortificare la sua leadership nella Corporate Social Responsibility. Obiettivo: diventare un riferimento per quanto riguarda la sostenibilità e la responsabilità sociale e culturale. Anche per queste azioni il gruppo è primo in classifica con un valore del marchio pari a 5.127 milioni di dollari nell’elenco banche italiane. A pesare su questo risultato è anche la forte presenza internazionale: in particolare nell’Europa centro-orientale. Si è infatti classificata settima tra le maggiori banche europee per capitalizzazione di mercato.

Intesa San Paolo conta sulle filiali

Il successo di banca Intesa SanPaolo potrebbe essere dovuto, inaspettatamente, anche all’importanza rivestita dalle filiali. Ne conta quasi seimila in tutto il mondo di cui oltre mille fuori dall’Italia. Certo, i negozi fisici sono drasticamente calati numericamente, a favore della dimensione digital, ma nonostante questo, i dati hanno dimostrato che le filiali bancarie sono ancora necessarie per determinate operazioni o alcuni servizi.

Mediolanum in volata

Ma è Mediolanum l’istituto bancario che ha registrato la performance miglioro scalando ben 149 posizioni nella Banking 500 dello scorso anno. E sale anche nella classifica per valore del brand, attestandosi al quarto posto nell’elenco banche italiane.

Tasse e trend positivo

Fra le ragioni di questo trend positivo c’è il fatto che Mediolanum ha beneficiato della riduzione della corporate tax: un imposta sui profitti che viene applicata sul reddito imponibile della società. La sua riduzione è strettamente legata alla capacità dell’impresa di crescere investendo. Un altro motivo del risultato vincente è da ricercare nel rebranding, che ha rafforzato il marchio Mediolanum. In classifica si trovano poi Unicredit e Ubi Banca con un brand value che ammonta rispettivamente a 1.829 e 1.802 milioni di dollari.

I dati si riferiscono al 2018

Fonte: Brand Finance

Leggi anche: Banche francesi hanno 285,5 miliardi di debito italiano

Sorpresa: adesso le banche italiane sono più solide

Share with your friends










Inviare
Recommended Posts

Start typing and press Enter to search