fbpx
 In La Nera

Ecco cosa è in vendita nella rete che nessuno vede. Un account Amazon vale 30 dollari

L’internet che solitamente utilizziamo per navigare è solo la punta di un iceberg. La parte in chiaro, dove ogni passo, o meglio ogni clic, lascia una traccia, registrata e ripercorribile. Sotto il livello del mare online: il deep web. Una faccia nascosta che sfugge ai bot dei motori di ricerca, incapaci di indicizzarne i contenuti e rendendo di fatto anonimo chi vi si avventura.

Il dark web, la parte oscura di internet

Il deep web, e la sua parte più profonda e oscura: il dark web, sono popolati da hacker e ladri di identità ma anche da giornalisti che lo usano per inchieste, contattare informatori, attivisti e oppositori a regimi dittatoriali che trovano nelle chat nascoste l’unico strumento sicuro per comunicare. Non è possibile conoscere con esattezza quanti siti e contenuti ci siano nel deep web, ma si stima vi siano 18 milioni di Gb e 550 miliardi di documenti. Per fare un paragone; Google indicizza 2 miliardi di documenti. Navigare nel deep web è totalmente diverso (e molto più complesso) rispetto al web che conosciamo: bisogna, infatti, sapere che cosa si sta cercando, conoscere con precisione l’indirizzo da digitare e destreggiarsi senza la comodità dei motori di ricerca.

Nel web sommerso trovano spazio e-commerce di droga e armi o siti di pedopornografia, che spesso tornano alla ribalta delle cronache, come Silk Road o Lolita per esempio. L’attività più diffusa, però, è la compra-vendita di credenziali e dati riservati: dai dettagli bancari agli account di Amazon .Ecco quanto costa acquistare credenziali nel deep web.

La compra-vendita di credenziali

Il grafico sopra rappresenta un vero e proprio listino dei prezzi medi delle credenziali in vendita nel deep web rilevati nel febbraio di quest’anno negli Stati Uniti.

Le credenziali più costose sono, ovviamente, quelle bancarie, acquistare i dati di qualcun altro in totale anonimato costa 259,56 dollari. Seguono, di poco più economiche, le password del bancomat (o carta di debito): 250,05 dollari. Decisamente inferiori, ed abbordabili, le credenziali PayPal, acquistabili con un po’ più di 40 dollari, e delle carte di credito, 33,88 dollari in media.

C’è anche chi richiede sui banchi digitali del mercato sommerso una patente: può essere sua al costo di 27,62 dollari. Per un passaporto? Bastano 18,45 dollari.

Di parecchio meno onerosi, ma certamente più curiosi gli account Wish, Nike e Amazon: si va dai 5 ai 30 dollari. Gli hacker rubano le password dei profili social: Facebook (9,12 dollari), Gmail (5,87), Twitter (2,02) o Skype (1,25). Presi di mira anche gli account Netflix (10,73), e gli abbonamenti ai quotidiani; avere user name e password per leggere il New York Times costa: 5,95 dollari.

I dati si riferiscono a: febbraio 2019

Fonte: Dark Web Market Price Index – 2019 (US Edition)

Leggi anche: Ecco quanti giorni dura una fake news su internet

Start typing and press Enter to search