fbpx
 In Visualize it

elett

Abbiamo elaborato i dati delle dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche (Irpef) presentate nel 2019. Gli ultimi dati disponibili, quindi, sono relativi all’anno di imposta 2018 e stati pubblicati dal Dipartimento delle finanze del ministero dell’Economia e delle Finanze. Noi abbiamo realizzato un’infografica interattiva con i dati delle dichiarazioni di tutti i 7.914 Comuni italiani. Scorrendo con il cursore sulla mappa il lettore può cercare il suo Comune e vedere com’è cambiato nel suo Comune il reddito imponibile pro-capite medio dal 2012 al 2018. Il lettore, però, può anche selezionare la sua provincia e arrivare così al suo Comune e fare il confronto con gli altri limitrofi.

I Comuni che si sono arricchiti di più

Come vediamo nella parte bassa  dell’infografica, il Comune in cui il reddito medio dal 2012 è cresciuto di più è San Teodoro, in provincia di Sassari, in Sardegna. Nel Comune della Gallura che ha solo 4.989 abitanti si dichiarano 17.071 euro, una cifra molto più bassa rispetto ai Comuni più ricchi d’Italia ma sull’incremento dal 2012 al 2018 ha pesato la crescita brusca tra il 2017 e il 2018 dagli 11mila euro medi ai livelli attuali.

Il Comune in cui i redditi sono diminuiti di più dal 2012 è Campione d’Italia, in provincia di Como. Nell’exclave italiana in territorio svizzero che si affaccia sul lago di Lugano nel 2012 il reddito medio era di 36.004 euro e nel 2018 è arrivato a 17.331. Il calo, però, non è stato graduale: nel 2017 il reddito medio è stato di 31.386. E c’è una spiegazione: il 27 luglio 2018 è fallito e subito dopo chiuso il famoso Casinò di Campione d’Italia su cui si basava l’economia locale.

I Comuni più ricchi

Guardando, invece, solo i redditi del 2018 scopriamo che Basiglio si conferma il Comune più ricco d’Italia. Nel Comune dell’hinterland milanese il reddito imponibile pro-capite è 45.645 euro: resta il più alto in Italia, nonostante il calo rispetto ai 48.807 euro pro-capite dell’anno di imposta 2017.

Tra i primi 10 Comuni per reddito imponibile pro-capite (è il rapporto tra l’ammontare di reddito imponibile totale del Comune e il numero di contribuenti) 6 sono lombardi. Siamo ai 45mila euro a persona e siamo lontanissimi dalla mediana nel reddito imponibile di tutti i Comuni italiani, 17.680 euro. In seconda posizione (l’anno scorso era terzo) troviamo Lajatico, il Comune della provincia di Pisa nel quale vive il cantante Andrea Bocelli, con 45.080 euro di reddito pro-capite. Vicinissimo Cusago (Milano), in terza posizione 45.033.

La classifica dei Comuni più poveri d’Italia

Abbiamo analizzato anche i Comuni con i redditi più bassi: la classifica la possiamo vedere nel grafico in basso. L’ultimo della classifica è Cavargna, in provincia di Como, con 5.800 euro di reddito imponibile. Il penultimo è Val Rezzo, poco distante. Per questi due casi, però, si devono segnalare il bassissimo numero di abitanti (Cavargna ne ha 214) e la vicinanza con il confine svizzero. I redditi dei frontalieri, infatti, non sono conteggiati in questa classifica.

Anche i Comuni in terzultima e in quartultima posizione sono molto vicini al confine con la Svizzera, anche se sono in Piemonte (nella provincia di Verbano-Cusio-Ossola): sono Valle Canobina e Gurro. Per trovare, invece, il Comune più povero d’Italia – senza considerare l’incidenza dei frontalieri – dobbiamo andare in Sicilia, a Mazzarrone, Comune di 4mila abitanti in provincia di Catania.

Fonte: Ministero dell’Economia e delle finanze

I dati si riferiscono all’anno di imposta 2018

Leggi anche: Reddito medio, 13 milioni di italiani sotto ai 10mila euro

 

Share with your friends










Inviare
Recent Posts

Start typing and press Enter to search