fbpx
 In Hot Topic, Visualize it

In Europa l’Italia ha meno km pro-capite pure di Francia, Germania e Portogallo

La contesa tra il governo e la principale concessionaria autostradale italiana scatenata dal crollo del Ponte Morandi quasi due anni fa appare come il culmine di una crisi profonda del nostro sistema di infrastrutture stradali, e i dati sulle principali reti di autostrade europee presentati nel rapporto della Commissione Lavori Pubblici del Senato lo confermano.

Se fino tutti gli agli anni ’70 il nostro Paese poteva dirsi all’avanguardia quanto a estensione autostradale, grazie ai piani di costruzione cominciati già prima del boom e proseguiti per circa 20 anni, dopo vi è stato un stop che ha consentito agli altri principali Paesi europei di superarci, e non di poco.

Al primo posto quanto a chilometri vi è la Spagna, le cui autostrade arrivano in tutto a 15.585, più del doppio dei nostri 6.943. La rete iberica è molto più recente, con investimenti che hanno avuto una accelerata a fine anni ’80 e hanno prodotto una crescita costante dei chilometri della rete fino a oggi, fino a superare anche quelli delle autostrade tedesche.

Un progresso simile a quello spagnolo è stato quello francese, anche se più lento, ma anche in questo caso grazie alla crescita costante dagli anni ’70 agli anni ’10 dei chilometri costruiti, la rete autostradale d’Oltralpe, una volta più corta della nostra, appare ora molto più lunga.

Naturalmente la conformazione dei vari è Paesi è differente. Francia e Spagna sono molto più estesi, e in alcune aree “vuoti”, con una densità abitativa bassa, e una popolazione concentrata in grandi città distanti tra loro. Solo questo giustifica autostrade molto lunghe, ma per esempio la Spagna ci supera anche considerando i chilometri di autostrada per chilometro quadrato, 0,031 contro i nostri 0,023, che però sono più di quelli francesi, il Paese europeo più grande come superficie.

In Italia 1,78 km di autostrada per 10 mila veicoli

Dove il confronto è più impietoso però è nella statistica sui chilometri di autostrade per veicoli. Sono nel nostro caso 1,78 per 10 mila auto circolanti contro i 6,47 della Spagna, i 3,64 della Francia, i 2,79 della Germania, e anche dei 5,8 del Portogallo. Portogallo che rappresenta un esempio virtuoso in questo ambito, con una rete costruita prevalentemente recentemente, dopo il 2000, moderna e densa considerando la superficie e la popolazione del Paese. Tra l’altro la prima interamente automatizzata.

L’Italia è da molto il Paese con la maggiore densità di veicoli per abitanti e a quanto pare la rete autostradale non è proporzionata a questo primato. Non a caso il traffico, misurato come veicoli al giorno per chilometro, è superiore a quello francese. Sono 6,66, più del doppio che Oltralpe e maggiore che in Portogallo. Anche qui però la Spagna batte tutti, con 9,97 auto per km. In questo caso però forse incide anche il fatto che le autostrade spagnole sono in grandissima maggioranza gratuite.

Il dato che però l’Italia ha bisogno di migliorare è quello sugli incidenti mortali. Sono stati 0,047 per chilometro in media tra il 2009 e il 2018, contro gli 0,022 di Francia, Spagna, Portogallo. Anche senza contare la tragedia del Ponte Morandi

I dati sono del 2017-2018

Fonte: Commissione Lavori Pubblici del Senato

Leggi anche: Atlantia gestisce il 55,3% dei chilometri di autostrade

 

 

Share with your friends










Inviare
Recommended Posts

Start typing and press Enter to search