fbpx
 In Green Economy

L’80,4% è stato immatricolato prima del 2012, la maggior parte diesel. Record nel Lazio: 11.887

Sono 100.042 gli autobus in circolazione sulle strade italiane. Ma l’80,4% sono mezzi vecchi, immatricolati entro il 2012. Di conseguenza anche la svolta green fatica a prendere piede: la maggior parte degli autobus in Italia, sia pubblici che privati, è infatti ancora alimentata a diesel.

Chi ha più mezzi pubblici

E’ il Lazio a guidare la classifica delle regioni con più autobus in circolazione, grazie agli 11.887 mezzi attivi sul territorio. La regione della capitale è seguita a ruota da Campania (10.956 bus) e Lombardia (10.896 bus in circolazione). Come si vede nel grafico sopra, tutte le regioni italiane contano più di mille autobus in circolazione a testa, tranne la Valle d’Aosta, che ne registra solo 345. Cifre che restano irrisorie se confrontate con quelle delle automobili. I numeri parlano chiaro, gli italiani non rinunciano alle auto: sono oltre 39 milioni le vetture in circolazione.

Gli autobus sono vecchi

Ma il numero di autobus in Italia non è direttamente proporzionale al livello di sostenibilità. L’80,4% di quelli presenti in Italia è stato immatricolato entro il 2012, ed è quindi vecchio. Solo il 19,6% è nuovo e risulta immatricolato negli ultimi sei anni. Con un conseguente problema di inquinamento e quindi maggior impatto ambientale (la maggior parte è alimentata ancora a diesel), ma anche di sicurezza. Le regioni che detengono il record di numero di autobus più vecchi in circolazione sono soprattutto quelle del sud. Prima fra tutte la Sardegna: sui 3.371 mezzi  presenti sull’isola, ben il 92,2% risultano immatricolati prima del 2013. Anche Calabria e Basilicata superano il 90% di autobus vecchi ancora in circolazione.

Niente sostituzioni

Nell’ultimo anno le immatricolazioni di mezzi nuovi è calata rispetto all’anno precedente, mentre il numero di autobus in Italia continuare a crescere. Questo vuol dire che restano in circolazione soprattutto mezzi vecchi, mentre sono pochi i nuovi immessi e le sostituzioni. Ma ci sono le eccezioni: i bus sostenibili sono presenti in alcune città come Milano, Torino, Bergamo e Cagliari.

Mobilità sostenibile

Proprio quest’anno è stato è stato firmato a Palazzo Chigi il decreto ministeriale che adotta il Piano Strategico Nazionale della Mobilità Sostenibile per il rinnovo del parco autobus in Italia con mezzi a basso impatto. Il piano prevede lo stanziamento di 3,7 miliardi di euro nel periodo 2019-2033. L’obiettivo è il rinnovamento del parco di autobus per il trasporto pubblico locale: le risorse saranno spese per mezzi meno inquinanti come quelli elettrici, a metano o a idrogeno.

I dati si riferiscono al 2018

Fonte: Anfia

Leggi anche: I mezzi pubblici in Italia costano troppo

Start typing and press Enter to search