In Crisi&Ripresa
Share with your friends










Inviare

A febbraio male le big, bene Jeep (+37,58%) e le auto di lusso. Mercedes supera Audi

Il mercato delle auto in Italia continua a essere in difficoltà. A febbraio 2019 le immatricolazioni hanno fatto registrare l’ennesimo calo: -2,42% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. In totale sono state vendute 177.825 vetture, di cui 26.562 a marchio Fiat. Nonostante i risultati deludenti sul mercato italiano (-18,2% rispetto a febbraio 2018), la casa automobilistica di proprietà della famiglia Agnelli-Elkann investirà 4,5 miliardi di dollari negli Stati Uniti per costruire Jeep e Rum, creando 6.500 nuovi posti di lavoro. Ancora incerti, invece, i dettagli del “Piano Italia” annunciato dall’amministratore delegato di Fca Mike Manley, dopo l’entrata in vigore dell’ecotassa voluta dal governo gialloverde.

Le auto vendute in Italia a febbraio

Il grafico sopra mostra le immatricolazioni di auto in Italia nel mese di febbraio 2019. In cima alla classifica c’è Fiat, subito seguita da Volkswagen. Il produttore tedesco ha venduto 15.915 auto, circa 200 in meno rispetto a febbraio 2018. In calo anche Ford (-11,17%) e le francesi Renault e Peugeot. Tra le big i migliori risultati sono quelli di Jeep/Dodge, che con 9.449 auto ha aumentato le vendite del 37,58%, e di Opel (+14,91).

Se si guarda alla competizione fra marchi, nel mese scorso c’è stato anche il sorpasso di Mercedes su Audi. La stella a tre punte ha venduto, infatti, 5.889 vetture: 214 in più rispetto alle 5.675 di Audi. Una situazione ribaltata rispetto a quella dell’anno scorso.

Nel settore delle auto di lusso la performance migliore è quella di Aston Martin: addirittura un aumento dell’800% rispetto a febbraio 2018, quando era stata venduta una sola vettura. Fanno bene anche Tesla, passata da 16 immatricolazioni a 96 (con una crescita del 500%), e Lamborghini (+81,25). Una tendenza che Truenumbers aveva analizzato anche in questo articolo.

Andamento mese per mese, male Renault, Audi e Jeep

Se si osserva l’andamento delle vendite mese per mese in Italia, la situazione sembra comunque in via di miglioramento. Tra la fine dell’anno scorso e l’inizio del 2019, infatti, quasi tutte  le case automobilistiche hanno aumentato le proprie immatricolazioni. Come si vede dal grafico sotto, Fiat è passata da 18.710 vetture vendute a dicembre 2018 alle 24.445 di gennaio 2019.

Fanno bene anche Volkswagen e Peugeot, rispettivamente in seconda e terza posizione, così come Ford, Citroen e Opel. I francesi di Renault, invece, all’inizio dell’anno nuovo hanno venduto quasi 700 auto in meno rispetto al mese precedente.  Situazione simile per Jeep/Dodge, passata da 6.664 a 6.249 vetture, e Audi.

Gennaio è stato un mese difficile anche per diversi marchi di lusso. Tesla ha venduto solo 18 auto contro le 53 del mese precedente, Lexus ha dimezzato le immatricolazioni e Porsche ha subito un calo del 33,5%. Le italiane Ferrari e Maserati, invece, si confermano in ottima salute: la casa di Maranello è passata da 17 vetture a 50, il tridente emiliano da 141 a 171.

Sullo sfondo resta il risultato negativo registrato nel 2018 da tutto il comparto auto: le immatricolazioni  sono calate del 3,1% rispetto al 2017. E le stime per il 2019 non promettono niente di buono.

Fonte: Unrae

Leggi anche: Aumentano le vendite di auto di lusso: 60,3 al giorno

Stop alle auto inquinanti: 6,8 milioni sono a rischio

Gli automobilisti italiani pagano 70 miliardi di tasse

Share with your friends










Inviare

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca