fbpx
 In Sport

Nel 2018 solo 15 contusi tra gli spettatori. I poliziotti finiti all’ospedale sono stati 24

La Digos di Torino ha arrestato 12 persone in seguito alla denuncia della Juventus. Sono i capi degli ultras della squadra torinese che avevano instaurato negli stadi un clima di terrore di stampo mafioso. Ricattavano la società, minacciandola di far squalificare il campo intonando cori razzisti; imponevano una disciplina nella curva che allontanava tifosi “normali” e imponevano la loro legge all’interno circus bianconero.

Arrestati i capi ultras juventini

Tutto è partito da una denuncia della società presieduta da Andrea Agnelli, sfinita dalle vessazioni di gruppetti di estremisti. Eppure, nonostante questo gravissimo episodio, gli stadi italiani sono più sicuri. Lo dicono i numeri: nel 2018 c’è stata una sensibile diminuzione del numero di feriti, denunciati ed arrestati.

Quanta violenza negli stadi

Sono stati analizzati 913 incontri di calcio giocati nel periodo 1 luglio – 30 novembre nella stagione 2018-2019, di cui 130 di serie A, 118 di serie B, 360 di Lega Pro, 145 di campionati dilettantistici, 27 di incontri internazionali, 102 di Tim Cup e Coppa Italia Lega Pro, 31 amichevoli. I dati, messi a confronto con 1.071 match giocati nello stesso periodo dell’anno 2017, hanno messo in evidenza il miglioramento disciplinare da parte dei tifosi.

Nel 2017 colpiti anche gli steward

Il grafico in alto mostra il numero di episodi violenti rilevati sulle manifestazioni sportive dal 1° luglio al 30 novembre 2018 confrontata con lo stesso periodo della scorsa stagione calcistica. Gli incontri con feriti, che nel 2017 erano stati 47, nel 2018 sono diminuiti a 20 (-57,45%). Calato, di conseguenza, anche il numero stesso dei dei feriti: tra i civili  c’è stata una riduzione degli infortunati del 57,14% (da 35 a 15), mentre tra le forze dell’ordine sono stati in 24 i feriti nel 2018, rispetto ai 48 del 2017 (-50%). Nel 2017 anche 6 steward rimasero contusi, voce che non compare affatto nel 2018.

– 80% di arresti tra i tifosi

Buone notizie anche sul fronte della giustizia. Il numero dei denunciati nel 2018 ha subìto un calo di 43 punti percentuali: dai 555 del 2017 si è passati a 316. Ma, soprattutto, il dato rilevante è rappresentato da una diminuzione dell’80% del numero di arresti tra i tifosi.

Cifre che fanno sperare, per la stagione calcistica appena cominciata, in un miglioramento dei comportamenti delle tifoserie, non solo nei campi di Serie A: militano, infatti, in categorie inferiori le squadre sostenute da alcuni tra i gruppi di tifosi più violenti.

 

I dati si riferiscono al: 2018

Fonte: Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive

 

Leggi anche: Tutti i numeri dell’estrema destra negli stadi

Santi, poeti e allenatori: il calcio vale 2,3 miliardi

Start typing and press Enter to search