In Sessi
Share with your friends










Inviare

Non solo attraverso la stepchild adoption ma anche con l’adozione di minori senza vincoli di parentela 

Letteralmente «adozione del figliastro», la stepchild adoption è il meccanismo che permette a uno dei membri di una coppia di essere riconosciuto come genitore del figlio, biologico o adottivo, del compagno. Può dunque può riferirsi sia a coppie eterosessuali che omosessuali, ma  viene comunemente riferita a coppie dello stesso sesso. Grazie alla stepchild adoption, infatti, anche per le coppie omosessuali è prevista la possibilità per uno dei due di adottare il figlio, naturale o adottivo, del partner.

Non solo stepchild

In Norvegia gli omosessuali possono non solo accedere alla stepchild, cioè adottare uno il figlio dell’altro e viceversa, ma anche all’adozione piena, cioè di minori che non hanno legami biologici con nessuno degli adottanti.

Il grafico mostra il numero di bambini adottati nel 2015 divisi per modalità: la maggior parte sono state stepchild adoption (160), e adozioni di bambini stranieri e provenienti da altri Paesi (132).

I dai si riferiscono al: 2015

Fonte: Statistics Norway

Leggi anche:

Adozioni internazionali, l’Italia è seconda al mondo

Unioni e adozioni gay: i dati ufficiali

Adozioni e affidi: perché il meccanismo è inceppato

Adozioni gay, l’Italia non le vuole

Share with your friends










Inviare

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca