In Notizie curiose

chirurgiaesteticaitalia

Cresce la chirurgia estetica, negli Usa c’è un calo del 10%. In 33.532 si sono rifatte il seno

Sempre più italiani, per l’85% donne e per il 14,9% uomini ricorrono alla medicina e alla chirurgia estetiche. Gli interventi, che nel 2011 sono stati 872.865, nel 2014 sono arrivati a 1,016.337.

Tuttavia, il nostro Paese non figura nella classifica delle cinque nazioni più rifatte, che vede al primo posto gli Stati Uniti d’America, seguiti da Brasile, Giappone, Corea del Sud e Messico.

Nel 2015 negli Usa sono stati effettuati 1706,106 interventi di chirurgia estetica, con un calo del -10% rispetto al 2000 e 14.202.224 interventi di medicina estetica, con un incremento del 158% rispetto al 2000. Insomma, la botulizzatissima Nicole Kidman sembra fare da modello, alle americane, più della siliconatissima Pamela Anderson. Angelina Jolie, invece, non rientra nel discorso, perché la sua mastoplastica è stata fatta per ragioni di salute, cioè per ridurre il rischio di cancro al seno, nel suo caso più altro della media dell’87%, a causa di una mutazione genetica.

Cosa si rifanno gli italiani?

In Italia, invece, medicina e chirurgia estetiche stanno crescendo entrambe, seppure con numeri diversi, 2014 sono state effettuate 244.101 operazioni di chirurgia estetica e 772.276 interventi di medicina estetica, oltre il triplo.

Gli interventi di medicina estetica sono ovviamente più frequenti del ricorso alla chirurgia, sia perché sono meno invasivi sia perché danno in genere risultati meno duraturi.

L’intervento più richiesto è stato la liposuzione, seguito a distanza dalla mastoplastica additiva, dalla blefaroplastica, dal trapianto di grasso autologo e dalla rinoplastica.

Esattamente 43.989 persone si sono fatte aspirare il grasso da ventre, cosce e fondoschiena, 33.532 si sono messe le protesi di silicone al seno (mentre 6.965 uomini si sono operati per la ginecomastia), 32.313 si sono rifatte le palpebre, 28.546 si sono fatte spostare il grasso in zone diverse del corpo (di solito dal fondoschiena al seno) e 27.024 si sono rifatte il naso. Gli ultimi due interventi hanno avuto un incremento notevole rispetto al 2013: +20% per il trapianto di grasso e +13% per la rinoplastica.

E quando gli interventi vanno male? È necessario operarsi di nuovo: nel 2014 lo hanno fatto 33.368 persone, il 13,6% del totale delle operazioni eseguite in quell’anno.

Il botox va di moda

Ricorrere alla medicina estetica non è più un tabù, soprattutto tra le under 60. Tra gli interventi quest’anno le iniezioni di tossina botulinica di tipo A hanno superato quelle di acido ialuronico: 274.870 a 265.324. Il botox ha avuto un incremento del 22.9% rispetto al 2013. Le iniezioni di idrossiepatite di calcio, un’altra sostanza per riempire le rughe, sono diminuite del 27,6% ma restano nella top five. Successo per il peeling chimico, fatto dal dermatologo (+ 8,1%) e la depilazione laser, che ha guadagnato ben il 27,7%. E 12.000 persone si sono fatte rimuovere i tatuaggi con il laser.

Per gli uomini, via le maniglie dell’amore, le donne vogliono più seno

L’intervento più richiesto dagli uomini è stata la liposuzione, che per le donne è seconda dopo la mastoplastica additiva. Entrambi i sessi hanno richiesto la blefaroplastica, mentre è maggiore il numero di uomini che si è rifatto il naso.

I giovanissimi si liberano di proboscidi e orecchie a sventola

I pazienti under 18 sono stati 6098, lo 0,4% del totale. Tanto i ragazzini quanto le ragazzine hanno richiesto nell’ordine, la rinoplastica, l’otoplastica per eliminare le orecchie a sventola e la liposuzione. Non risulta invece nessun intervento di mastoplastica additiva su minorenni, mentre è al primo posto tra le donne tra i 19 e i 50 anni. Il lifting, invece è re tra gli over 65, uomni e donne, come la blefaroplastica e il lipofilling.

Fonte
Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica

American Society of Plastical Surgeons

Leggi anche:
Quando c’è la crisi ci si trucca di più

Share with your friends










Inviare

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca