In Futuro&Tech

Gli abbonamenti salgono al ritmo di 10 milioni al mese. Ora ogni cinese ne ha almeno due

Più di uno a testa, bambini e neonati compresi. Il numero dei contratti mobile sottoscritti in Cina sfonda quota 1,43 miliardi, un numero maggiore rispetto al totale della popolazione censita: 1,37 miliardi.

Quanti cellulari in Cina

Si tratta di un rapporto che in Europa, e in Italia soprattutto, è stato toccato da anni, ma che in Cina, Paese gigantesco con ancora la maggior parte del territorio dedicato all’agricoltura e all’allevamento, sembrava un traguardo raggiungibile sono in decenni. Invece la Cina va più veloce.

Il Dragone, in effetti, si sta digitalizzando a una velocità spaventosa: il grafico in apertura mostra il numero dei contratti per smartphone firmati nel paese solo nell’ultimo anno. Da gennaio 2017 allo stesso mese del 2018 l’aumento è stato sensibile, con almeno cento milioni di cellulari in più abilitati a fare e ricevere telefonate. In media si tratta di circa 10 milioni al mese.

Dal 2012 al top per smartphone venduti

Che la Cina avesse una predilezione per il mobile era noto. Già dal 2012, infatti, il Paese è considerata la patria dei cellulari. Ma in quello stesso anno la percentuale di cittadini che definivano indispensabile l’uso del telefonino era l’89%, contro il 97% degli italiani o il 99% dei sud coreani.

Cina produttore n.1 di telefonini

Adesso Pechino sembra allinearsi ai numeri dei paesi occidentali, con i cellulari che acquistano via via ampio potere commerciale anche nella Repubblica . Del resto, come ha raccontato Truenumbers in questo post, la Cina di telefonini se ne intende. Ben il 90% di tutti i cellulari venduti nel mondo sono fabbricati o assemblati nelle fabbriche della Repubblica. 

La forza cinese nella produzione di telefonini si rispecchia anche nell’andamento dell’economia innovativa. Xiaomi, una start up che produce telefoni cellulari, è la seconda giovane società al mondo per valore di Borsa tra le start up dell’Information Technology. Come abbiamo raccontato in questo articolo, la sua capitalizzazione nel mercato ha toccato i 46 miliardi di dollari. È seconda solo alle spalle del gigante statunitense Uber.

I dati si riferiscono al 2017-2018

Fonte: National Bureau of Statistics of China

Leggi anche: Il 90% dei cellulari prodotti nel mondo viene dalla Cina
L’Europa non è liberale: ecco tutti i dazi all’import
Dazi: l’America processa la Cina 97 volte

Share with your friends










Inviare

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca