fbpx
 In Business

Il termine “Netflix” leader: ricercato in media 3.371.666,67 volte in un anno

Ci conquistano con i loro telefilm e con le produzioni esclusive. E poi non possiamo più farne a meno. E’ quello che succede con i canali tv streaming, le piattaforme e tv digitali. Ma quali sono i marchi più ricercati dagli utenti su Google? Gli italiani digitano più spesso Netflix, Sky o Mediaset?

Netflix leader

Secondo i dati raccolti dall’agenzia Seo Nucleus gli unici due marchi che, a partire dal 2016, hanno seguito un parabola ascendente sono Netflix e Prime Video. Anche se i volumi di ricerca medi di queste due realtà sono molto diversi. Mentre, durante lo scorso anno ha totalizzato una media di 3.371.666,67 di ricerche da parte degli utenti. Il termine Prime Video è stato invece digitato 219.166,667 volte nello stesso periodo. Nel 2019 il termine “Netflix” è stato digitato di media 3.458.750 di volte su Google (dato aggiornato al 30 settembre).

Rai in discesa

La vera sconfitta è però la Rai che, insieme a Infinity Tv, è l’unica ad aver subìto un calo nelle ricerche fra il 2017 e il 2018. Il canale pubblico è passato da una media di 406.416,6667 ricerche durante il 2017 a 334.416,6667 dello scorso anno. E anche i volumi medi del 2019 sembrano seguire la stesso trend negativo, almeno per il momento. I più cercati nel mese di Agosto 2019 sono stati Netflix, ovviamente, e il più “giovane” Dazn: il servizio, a pagamento, di streaming online sbarcato in Italia nel luglio 2018.

Quanto costa lo streaming (pirata)

Il problema (non solo italiano) è l’illegalità. Sono 5 milioni gli utenti in Italia che hanno scelto di abbonarsi alla piattaforma Xtream Codes, disattivata proprio in questi giorni dalla Guardia di Finanza. Ideata da due greci, la piattaforma pirata acquisiva illegalmente interi pacchetti di contenuti streaming a pagamento per poi rivenderle. In particolare ha messo in commercio tutti i principali palinsesti TV (dei canali tv streaming Sky, Dazn, Mediaset, Netflix e Infinity) a un prezzo finale di 12 euro. Conveniente, certo, ma anche illegale e rischioso: adesso, chi ha acquistato il “pacchetto pirata”, rischia la reclusione da sei mesi a tre anni, con multe che possono arrivare fino a 25.822 euro.

Fonte: Nucleus

Leggi anche: La top 20 delle serie tv in streaming

Calcio: i tifosi del Frosinone divisi tra Sky e Dazn

 

Nota metodologica: I valori forniti da Google sono approssimati. Lo studio è stato svolto dall’agenzia Seo di Milano Nucleus (www.nucleusagency.com). La selezione è stata svolta in base alla pertinenza tra marchio e settore, notorietà e visibilità su Google.

Share with your friends










Inviare
Recommended Posts

Start typing and press Enter to search