In Crisi&Ripresa

Sempre ultimi. Quest’anno dovremmo migliorare dell’1%, quasi la metà della media dell’eurozona

Per capire bene la situazione dell’Italia nei confronti dei maggiori Paesi europei è utile mostrare questo grafico sull’andamento del Pil.

L’andamento del Pil del “grandi”

I dati, fino al 2017, sono ufficiali, quelli relativi al 2018 sono previsioni dell’Eurostat e si basano sull’andamento del Pil dei primi 9 mesi del 2018: quindi sono piuttosto affidabili. Gli istogrammi mostrano l’andamento del Pil sia per l’eurozona, cioè dei Paesi che hanno adottato l’euro, sia per ognuno dei maggiori Paesi che ne fanno parte.

Come si vede: tutti crescono più di noi. Anzi: non c’è stato un solo anno dal 2015 al 2018 in cui abbiamo superato anche solo un altro Paese. Ovvero: nel 2014, 2015, 2016, 2017 e 2018 siamo stati sempre gli ultimi per crescita rispetto a tutti gli altri grandi PAesi dell’eurozona. Se si guarda il 2017 il confronto è impietoso: l’Italia è cresciuta dell’1,6%, che è il dato più alto degli ultimi anni ma nonostante questo tutti sono cresciuti di più e, tra questi, quella che è cresciuta di meno è stata la Francia, che però ha avuto un Pil in aumento del 2,3%.

Le previsioni per il 2018

Per il 2018 la musica non dovrebbe cambiare. Se le previsioni saranno confermate, il Pil italiano crescerà dell’1% rispetto a una crescita dell’eurozona dell’1,9%; dell’1,7% di Francia e Germania; del 2,6% della Spagna, Paese che ha mostrato un andamento del Pil travolgente negli ultimi anni. Nel 2015 è salito addirittura del 3,4%.

Sui motivi di una crescita così lenta gli economisti si interrogano da sempre, anche perché sono decenni che l’Italia cresce ogni anno meno del resto dell’Europa. Ma tra le spiegazioni (tasse, burocrazia, incertezza legislativa) potrebbe esserci anche il fatto che le famiglie italiane sono diventate, soprattutto dopo la crisi del 2009, più attente e prudenti quando si tratta di investire i risparmi, come Truenumbers ha spiegato in questo articolo nel quale si mette in rapporto il risparmio delle famiglie e il valore del Pil nazionale.

I dati si riferiscono al: 2014-2018

Fonte: Eurostat

Leggi anche: (PIl a parte) come va l’economia del Mezzogiorno

Crescita del Pil nel 2017: Francia batte Italia 3-0

Share with your friends










Inviare

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca