In Crisi&Ripresa

Dal 1965 quasi 2mila vittime. La regione più martoriata è il Piemonte: 513 tra il 2005 e il 2016

E’ un vero e proprio bollettino di guerra quello sulle morti causate da frane e inondazioni negli ultimi 50 anni in Italia.

Allarme cambiamento climatico

In 50 anni le persone che hanno perso la vita a causa delle calamità naturali provocate spesso dal cambiamento climatico, sfiorano le 2mila unità: 1.996 per l’esattezza pari a 40 morti l’anno. Sempre nell’ultimo mezzo secolo, come si vede nel grafico sopra, 2.550 sono stati i feriti e 66 i dispersi. Oltre a tutto questo 434mila persone sono rimaste senza casa.

Le regioni più colpite

Il grafico sopra è interessante perché mostra il numero di morti, dispersi, feriti e senzatetto suddivisi per causa. Ad esempio: si scopre che le inondazioni, sempre in 50 anni, hanno fatto relativamente poche vittime, 717, mentre le frane ne hanno provocati molti di più.

Secondo i dati raccolti dal Cnr è il Piemonte la regione maggiormente colpita da frane e alluvioni tra il 2005 e il 2016. Il Cnr ha contato addirittura 513 eventi di questo tipo, il 24% di tutti gli eventi di questo tipo contati nel periodo. Al secondo posto c’è la Liguria, con 413 casi pari al 19% del totale. Tra questi i tre eventi molto gravi dell’ottobre 2010 a Genova e Varazze, dell’ottobre 2011 alle Cinque Terre e del novembre 2014 a Genova.

E’ probabile che il dato sia influenzato dalla grandezza del territorio? Sì’, in effetti è così. Infatti se si va a vedere quante segnalazioni di frane e alluvioni ci sono state tra il 2005 e il 2016 rapportate alla grandezza della Regione si scopre che in testa c’è la Liguria con un evento ogni 13 chilometri quadrati. Al secondo posto c’è il Friuli-Venezia Giulia con uno ogni 42 chilometri quadrati.


 

I dati si riferiscono al: 1965-2014

Fonte: Cnr – Istituto di ricerca per la protezione idrogeologica

Leggi anche: Più poveri al mondo se il clima peggiora

Ecco quanta acqua si butta via

Share with your friends










Inviare

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca