fbpx
 In Business

Il voto è di 4.5, ma CreVal ora deve fare i conti con l’Opa di Crédit Agricole

Prenotazioni appuntamenti in filiale, controllo dell’estratto conto, pagamenti facili online. In due parole è l’home banking, il servizio messo a disposizione dalle banche che permette ai clienti di svolgere la maggior parte delle operazioni tramite computer o app. E le app hanno ormai un’importanza fondamentale. Il giudizio dei clienti sui servizi digitali conta e non poco.

La app Creval sul podio

I dati incoronano la banca al centro di molti dibattiti in questi giorni, stiamo parlando di Credito Valtellinese. Crédit Agricole Italia, società controllata per il 75,6% da Crédit Agricole, ha comunicato di aver lanciato un’offerta pubblica di acquisto (OPA) volontaria totalitaria al Gruppo CreVal. Un’offerta da più di 700 milioni di euro sulla totalità delle azioni che ha allarmato anche il Copasir, che ha lanciato un’allarme di un’offensiva sul risparmio italiano da parte fai gruppi bancari e assicurativi francesi.

Le migliori app di home banking

La società LeFac.com ha raccolto il giudizio espresso dagli utenti su Google Play delle app di home banking tra gennaio e giugno 2019. Il parere va da un minimo di 1 ad un massimo di 5, che si esprime sull’app store di Big G attraverso la selezione di una o più stelline.

L’app giudicata migliore dagli utenti è quella del Credito Valtellinese. Tra gennaio e giugno 2019, Banca Aperta del CreVal è sempre stata in testa a tutte con un punteggio costante di 4.5.

Un’altra app che ha guadagnato una posizione (a marzo 2019) è quella di Widiba. La banca nata nel 2015 fornisce solo servizi online e il conto si apre comodamente da casa tramite una webcam. Ovvio che una banca esclusivamente online debba avere un’app molto performante, veloce e al sicuro da eventuali bug. Parere ottenuto: 4 stelline piene.

Quanti sono gli sportelli bancari in Italia

Vi abbiamo più volte raccontato dello stato di salute delle banche e del cambiamento che il settore finanziario sta attraversando. La crescente diffusione dell’online banking e l’utilizzo delle app hanno contribuito alla perdita di importanza delle filiali fisiche e alla loro progressiva chiusura, ovviamente non tutte le banche hanno agito allo stesso modo. Il dato che conta, però, è che anche la banca punta sui servizi online e app, infatti nel 2011 in Italia c’erano 34.036 sportelli operativi e al 31 dicembre 2018 sono scesi a 25.404.

Inoltre, nel 2012 gli utenti che potevano accedere ai servizi di home banking erano 30.393.713, ma gli ultimi dati del 2019 stimano un numero in rialzo dell’88,8%, pari quindi a 57.393.713 utenti. Per questo avere un’ottima app conta.

 

Fonte: LeFac.com

Dati aggiornati a: giugno 2019

Leggi anche: Valore del marchio delle banche, l’elenco completo

Ti piace citare i numeri veri quando parli con gli amici? – La redazione di Truenumbers.it ha aperto un canale Telegram: qui potrai ricevere la tua dose quotidiana di numeri veri e le ultime notizie; restare aggiornato sulle principali news (con dati rigorosamente ufficiali) e fare domande. Basta un attimo per iscriversi. Un’ultima cosa: siamo anche su Instagram.

Share with your friends










Inviare
Recommended Posts

Start typing and press Enter to search

More in Business
L’industria farmaceutica crescerebbe anche senza Covid

Di sicuro il più innovativo tra i settori industriali: il 90% degli addetti è laureato o diplomato

Close