In Crisi&Ripresa

Il 40% di tutti i buoni lavoro sono andati in Lombardia, Veneto e Emilia Romagna

E’ il Nord che vince la gara dei voucher. Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, da sole, sono le regioni dove sono stati venduti il 40% dei 115.079.713 milioni di voucher comprati nel 2015. Strano? No, ma quello che colpisce è che le regioni dove più si addensa il lavoro irregolare sono quelle che, mediamente, hanno usato di meno i voucher.

I voucher vanno forte a Verona

A livello provinciale il discorso non cambia: le prime 4 province per numero di lavoratori che hanno percepito i buoni-lavoro sono Milano, Torino, Verona, Roma, mentre le prime 4 per importo complessivamente pagato ai lavoratori sono Lecco, Monza-Brianza, Modena, Milano. Il grafico sopra mostra i due valori: quante persone hanno percepito i voucher (che hanno un valore lordo di 10 euro e netto di 7,5) e il numero medio di voucher incassato da ognuna nel 2015. Il totale dei lavoratori italiani che hanno percepito almeno un voucher è di 1.380.030 mentre la media di 63,8 ciascuno.

L’AUTOMAZIONE FA MALE? – GUARDA LA PUNTATA DI #TRUENUMBERS DEDICATA AI ROBOT IN FABBRICA

Le regioni dove l’importo medio è maggiore sono il Friuli Venezia Giulia e la Lombardia dove ogni lavoratore ha incassato voucher per quasi 80 euro.

“Al terziario piacciono”

Secondo l’Inps “il peso del lavoro accessorio risulta maggiore nelle regioni caratterizzate da strutture economiche con rilevante presenza di terziario turistico e di agricoltura, mentre il peso dei prestatori risulta minimo nelle regioni demograficamente più grandi, Lombardia, Lazio, Campania e Sicilia”.

La differenza tra le aree più sviluppate del Paese e quelle meno sviluppate consiste piuttosto nel fatto che al Nord i lavoratori incassano un numero di voucher superiore alla media nazionale mentre nelle regioni del Centro e nella Sardegna si riscontrano valori vicini alla media nazionale e per le regioni del Sud, dove più presente è il fenomeno del lavoro irregolare, si registrano valori nettamente inferiori.

I dati si riferiscono al: 2015

Fonte: Inps

Leggi anche: Un laureato su due non ha lavoro, peggio di 10 anni fa

Sicilia, perché il mercato del lavoro è bloccato

Share with your friends










Inviare

Commenti

Start typing and press Enter to search