fbpx
 In Hot Topic

I dati di Eurostat sull’Unione europea: gli svedesi sono quelli con la vita lavorativa più lunga

Gli italiani si confermano quelli che lavorano meno nell’Unione europea: in media 32 anni. Eurostat ha appena pubblicato i dati aggiornati al 2019 sulla vita media lavorativa e si possono vedere nel grafico sopra. Attenzione, però, non significa che gli italiani sono quelli che vanno prima in pensione, come abbiamo visto in questa analisi. Significa che, nel complesso, gli italiani lavorano meno anni degli altri, ma non necessariamente meno ore.

La durata media della vita lavorativa in Italia e in Europa

Ma vediamo i dati. Nel 2019, la durata media prevista della vita lavorativa per la popolazione adulta dell’Unione europea calcolata a 15 anni è di 35,9 anni. Sono 0,2 anni in più rispetto alla media del 2018 e 3,6 anni in più rispetto al 2000. Nel 2019 gli uomini lavorano più a lungo delle donne (38,3 anni per gli uomini rispetto a 33,4 anni per le donne). Sebbene la durata media prevista della vita lavorativa sia più lunga per gli uomini che per le donne dall’inizio della serie di dati, il divario di genere si è ridotto. Gli uomini lavorano 7,1 anni in più rispetto alle donne nel 2000, ma nel 2019 il divario di genere si riduce a 4,9 anni.

Tra gli Stati membri dell’Unione europea Svezia e Paesi Bassi hanno avuto la durata più lunga della vita lavorativa (rispettivamente 42 e 41 anni nel 2019). Questi erano gli unici due Stati membri dell’Ue in cui la durata della vita lavorativa supera i 40 anni. Questi due Stati membri sono stati seguiti da Danimarca (40 anni), Germania (39,1 anni) ed Estonia (39,0 anni). Fanno poco meglio dell’Italia la Croazia (32,5 anni), Grecia (33,2 anni), Belgio e Polonia (entrambi 33,6 anni).

Oggi lavoriamo di più di prima?

Ma è interessante vedere anche come è cambiata la vita media lavorativa in Europa. Rispetto al 2000, la durata media prevista della vita lavorativa è stata più elevata per tutti gli Stati membri dell’Ue nel 2019 rispetto al 2018. Unica eccezione, la Romania: qui c’è stato un calo di 2,2 anni. I maggiori incrementi tra il 2000 e il 2019 della durata della vita lavorativa sono stati registrati a Malta (7,6 anni), in Ungheria (6,9 anni) ed Estonia (5,6 anni), e i più piccoli aumenti in Danimarca (1,7 anni) e Grecia (1,8 anni).

Fonte: Eurostat

I dati sono aggiornati al: 2019 

Leggi anche: Le donne vanno prima in pensione 

Share with your friends










Inviare
Recommended Posts

Start typing and press Enter to search