In Notizie curiose
Share with your friends










Inviare

Diminuisce il numero in tutte le Regioni, ma nel 2019 la spesa prevista supera i 10 miliardi

Si giocano milioni di euro in tutte le province, con una spesa complessiva di oltre 19 miliardi di euro. Ma “la festa” sembra finita: tra il 2016 e il 2018 gli apparecchi destinati alle videolottery sono diminuiti del 35,1%.

Le videolottery per regione

Il grafico sopra mostra la diffusione degli apparecchi per videolottery per regione; quante erano nel nel 2016 e quante sono nel 2018. Mancano Campania, Veneto e Sicilia, poiché sono state prese in considerazione solo le regioni che hanno una legge regionale che disciplina la materia del gioco d’azzardo. Tra il 2016 e il 2018 si è passati da 309.675 apparecchi a 200.933, con un calo del 35,1%. Nel 2018 la diminuzione del numero di Vlt è superiore al 30% in tutte le regioni, con un massimo del 37,3% in Emilia Romagna e un minimo del 33,3% in Toscana. L’elenco delle regioni si può dividere in due tronconi in base a quanto prevedono le singole disposizioni regionali per la distanza che le Vlt devono avere dai luoghi sensibili (scuole, ospedali). Le prime sei regioni, dal Trentino alle Marche, stabiliscono in 300 metri la distanza minima consentita, mentre le altre portano la distanza a 500 metri.

I numeri del gioco d’azzardo

Nel 2017 in Italia si è speso 17 miliardi, 594 milioni, 664mila e 88 euro agli apparecchi Vlt. Significa un gettito per le casse dello Stato pari a 9 miliardi, 501 milioni, 975 mila e 297 euro. Sono cifre importanti, ma comunque inferiori a quanto si dovrebbe registrare nel 2018, nonostante il calo del numero delle macchinette. Infatti, secondo Benedetto Mineo, direttore dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli, quando saranno consolidati i dati del 2018, le entrate per lo Stato risulteranno aumentate a 10,5 miliardi, a fronte di una spesa che salirà a 19 miliardi di euro.

Ma si gioca sempre di più

Come mostra il grafico qui sotto, slot e Vlt raccolgono il maggior numero di puntate rispetto ad ogni altro gioco legale. Nel grafico è indicata la percentuale sul totale e le milioni di puntate.

Il 51,54% delle puntate effettuate nel 2016 (ultimi dati disponibili) nel gioco legale è andato ad alimentare le videolottery mentre scommesse sportive e lotto, insieme, non raggiungono il numero di puntate né delle slot, né delle Vlt.

I dati si riferiscono al: 2016-2017

Fonte: Agenzia dogane e monopoli

Leggi anche: Gioco online, in Italia 2,2 milioni di giocatori
Record di tasse nel 2017: versati 497 miliardi

Share with your friends










Inviare

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca