In Futuro&Tech
Share with your friends










Inviare

L’americana Uber da sola vale il doppio (64 miliardi) dei nostri “unicorni” messi insieme

Nonostante il grande potenziale del mercato unico europeo, abbiamo pochi “unicorni”: sono solo 16 le startup tecnologiche europee da 1 miliardo di dollari e più, rispetto alle 16 asiatiche e alle 91 americane.

Ci mancano i campioni

Il numero di “unicorni” in Europa è diminuito notevolmente negli ultimi due anni, scendendo sotto la soglia del 10%,  e il loro valore di mercato delle startup europee resta di molto inferiore rispetto alle startup americane. Per fare un esempio, Uber, la startup che oggi vale di più (64 miliardi di dollari) vale il doppio di tutte e 16 le startup europee messe insieme.

Non solo: il valore di tutte queste società cresciute in Europa dal 2000 ad oggi è di circa 120 miliardi, mentre la sola Facebook ha attualmente una capitalizzazione di mercato di oltre 300 miliardi

E a ben guardare, più della metà delle startup europee miliardarie è di proprietà americana, e le altre potrebbero diventarlo. La nostra più grossa startup tecnologica, il servizio di musica in streaming Spotify, ha già minacciato di lasciare Stoccolma e l’Europa per trovare altrove un contesto economico e legislativo più favorevole alla crescita.

Dove sono le startup europee?

La maggior parte delle startup europee che valgono almeno un miliardo di dollari si trovano nel Regno Unito (c’è Skrill, pagamenti via web, o Farfetch, società del lusso) e in Svezia (basta citare Spotify), poi  Russia e Germania. Per l’Italia, si può citare il caso del sito di vendita di abbigliamento, Yoox.

I dati si riferiscono al: 2016
Fonte: Jacques Delors Institute

Leggi anche: Tra le big digitali una sola è europea
Le regioni con più startup innovative
Venture capital, l’Italia non ci crede più
Gli investimenti nel Fintech a quota 22,3 miliardi

Share with your friends










Inviare

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca