fbpx
 In Fisco e tasse

Ultimi dati: il 99% degli americani paga solo il 10,5% di imposte sui guadagni personali

Davvero l’America è il Paese delle diseguaglianze? Questo grafico smentisce questo luogo comune.

Le tasse americane

Il punto è questo: l’1% degli americani più ricchi paga tasse sul reddito personale pari al 27,1%, che è meno di quanto ne pagavano nel 1986, quando l’Individual Income Tax Rate era al 33,1%, ma in forte aumento tra il 2012 e il 2013, cioè sotto la presidenza Obama. Per fare un confronto: in Italia l’aliquota del 27% è pagata da coloro che guadagnano tra i 15mila e i 28mila euro l’anno (il 27% è applicato sulla parte eccedente i 15mila euro mentre su questi si applica il 23%) e prevede altri tre scaglioni di tassazione: 38%, 41% e 43%.

In Usa, invece, il 99% degli americani paga appena il 10,1% di tasse sul reddito. Nel 2013 l’1% degli americani ricchi ha versato nelle casse dello Stato 465 miliardi di dollari in Individual Income Tax, il 38% del totale.

Per quanto riguarda le imprese, invece, è particolarmente interessante l’esempio inglese dove il governo fa scendere le imposte dell’1% all’anno da 10 anni. Dei risultati di questo taglio delle tasse Truenumbers ha parlato in questo articolo.

I dati si riferiscono al 1986-2013

Fonte: Irs

Leggi anche: Niente taglio Ires, ecco quanto ci costa

Storia di 50 anni di fisco italiano

 

Start typing and press Enter to search