fbpx
 In Hot Topic

Sono quasi 5 milioni le confezioni in compresse acquistate solo nel secondo semestre 2019

Gli italiani sono innamorati del paracetamolo. E’ quello che emerge nell’ultimo report del Ministero della Salute sui farmaci senza obbligo di prescrizione venduti nelle farmacie, parafarmacie, e ovunque sia possibile il loro acquisto. Sono quei farmaci classificati come S.O.P, che sta per “senza obbligo di prescrizione”, quasi tutti in fascia C, ovvero quella il cui costo è totalmente a carico del consumatore. Come sotto-gruppo dei Sop ci sono gli Otc, Over The Counter, ovvero i farmaci da banco. Medicinali semplici, ricostituenti, lassativi, antiacidi, antinfiammatori, ecc. Rispetto agli altri S.O.P possono essere esposti al pubblico e essere oggetto di pubblicità.

Gran parte dei farmaci più venduti sono appunto Otc, ma non i primi due in classifica: la Tachipiriina 500mg da 30 compresse e quella da 20, invece considerate solo Sop. Sono state acquistate rispettivamente 2.399.045 confezioni del primo tipo di farmaco, e 2.337.481 del secondo. Al terzo posto c’è Rinazina spray nasale, con 2.002.020 confezioni vendute, ma in quarta posizione rispunta ancora la tachipirina, questa volta sotto forma di bottiglie di sciroppo da 120ml. Ne sono state comprate 1.948.337.

I medicinali preferiti sono contro febbre e raffreddore

E’ evidentissimo dall’elenco dei farmaci più venduti che la priorità della salute per gli italiani è la cura dell’influenza e dei suoi sintomi. Ai primi posti compaiono quasi solo medicinali antipiretici, come appunto la tachipirina, contro il raffreddore o il mal di gola. Non a caso al quinto posto abbiamo il Vivinc in compresse effervescenti, di cui in sei mesi sono state vendute 1.480.928 confezioni, e al sesto il Vicks Sinex, con 1.395.540.

A differenza che in altri Paesi, pensiamo agli Stati Uniti, non sono invece gli antidolorifici ad attirare le preferenze degli italiani, che ne fanno un uso più parco. E’ vero che la Tachipirina ha anche la funzione di calmare i dolori, ma quei medicinali che più specificatamente sono classificabili come antidolorifici puri vengono piuttosto indietro in classifica. Per esempio il Voltaren emulgel, per i dolori muscolari, è appena al 13esimo posto, con 1.121.195 confezioni, mentre il Moment è al 15esimo, con 1.069.574.

Il confronto con gli anni precedenti

Volendo fare un confronto con gli acquisti degli anni precedenti, sono a disposizione i dati sul secondo semestre del 2017. Si nota come sia cresciuto il consumo di confezioni di Tachipirina con 30 compresse, che in due anni hanno superato quelle con 20, mentre il Moment è passato dall’ottavo al qundicesimo posto. Anche l’Aspirina ha venduto, meno andando dal settimo al decimo posto. C’è stato invece un boom per il Vicks Sinex, che nella seconda parte del 2017 vendeva solo 857.709 confezioni, e nel 2019 ben 1.395.540. Sarà certamente interessante dopo l’emergenza coronavirus verificare come cambierà il rapporto degli italiani con i farmaci e se ci sarà una crescita dei consumi, e di quali medicinali in particolare

Fonte: Ministero della Salute

I dati si riferiscono al: 2019 

Leggi anche: I pugliesi prendono più pillole di tutti

Chi sono i malati italiani di Covid19 

Recommended Posts

Start typing and press Enter to search