fbpx
 In Hot Topic

Siamo uno dei peggiori Stati del mondo: nell’Ocse la media è del 4,9%

Oggi 5,6 milioni di studenti sono tornati a scuola nella ripartenza più complicata degli ultimi decenni dopo il blocco per la pandemia da coronavirus. C’è un dato che vale la pena ricordare: l’Italia spende per l’istruzione, dalle scuole primarie all’università, il 3,9% del proprio Pil, è l’1,1% in meno della media Ocse.  Come si vede nel grafico sopra, siamo uno dei Paesi peggiori del mondo sotto questo punto di vista. Certo, questi dati si riferiscono al 2017, ma sono gli ultimi disponibili e sono stati appena pubblicati nell’aggiornamento del rapporto “Education at glance” dell’Ocse.

Quanto spendiamo per ogni studente?

La spesa annuale per studente nelle istituzioni dell’istruzione dal livello primario a quello terziario fornisce un’indicazione sugli investimenti che i Paesi fanno per ogni studente. Nel 2017, l’Italia ha speso meno per le istituzioni dell’istruzione dal livello primario a quello terziario per ogni studente a tempo pieno rispetto alla media Ocse. Gli investimenti dell’Italia ammontano a 10.473 dollari per studente rispetto a 11.231 dollari in media nei Paesi dell’Ocse.

Ma è interessante anche andare a vedere come sono distribuite queste risorse. Nel 2017, l’Italia ha speso 10.036 dollari per studente al livello d’istruzione non terziaria (istruzione primaria, secondaria e post-secondaria non terziaria), appena 37 dollari in più rispetto alla media Ocse di 9.999 dollari.

Nell’istruzione terziaria, l’Italia ha speso 12.226 dollari per studente, una cifra inferiore di 4.101 dollari rispetto alla media Ocse. Nei Paesi dell’Ocse, in media, la spesa per studente delle istituzioni private dell’istruzione è superiore rispetto alle istituzioni pubbliche. Tuttavia, in Italia la situazione è diversa, poiché la spesa totale per le istituzioni pubbliche dell’istruzione dal livello primario al livello terziario ammonta 10.687 dollari per studente, rispetto a 7.943 dollari nelle istituzioni private.

Quanto è aumentata la spesa per la scuola?

Tra il 2012 e il 2017, la spesa per studente dall’istruzione primaria all’istruzione terziaria è aumentata registrando un tasso di crescita medio annuale dell’1.3% nei Paesi dell’Ocse. In Italia, la spesa destinata alle istituzioni dell’istruzione è cresciuta registrando un tasso medio dello 0,2% all’anno, sebbene il numero di studenti sia diminuito in media dello 0,1% all’anno. Ciò ha portato a un tasso medio di crescita dello 0.3% nella spesa per studente durante questo periodo.

I dati sono aggiornati al settembre 2020 

Fonte: Miur 

Leggi anche: La mappa delle scuole italiane: dove e quante sono 

 

Share with your friends










Inviare
Recent Posts

Start typing and press Enter to search