fbpx
 In Hot Topic

Sono in tutto 339 quelli che hanno scopi militari, 1.440 sono per uso commerciale

elett

In questo momento sono 2.666 i satelliti in orbita e attivi nello spazio. Ma di chi sono? O meglio: di quale nazionalità sono i proprietari o i gestori? Come si vede nel grafico in alto, 1.308 sono americani. Mentre 356 sono cinesi e 177 fanno parte di progetti internazionali. E’ interessante anche vedere che sui 2.266 satelliti attualmente in orbita 1.440 hanno scopi commerciali, 436 sono gestiti dai governi, 318 hanno scopi misti, 339 hanno un uso militare e 133 sono civili. Tra quelli esclusivamente americani ne possiamo contare 30 civili, 935 commerciali, 170 del governo e 192 militari.

Con il termine satellite artificiale si intende un apparecchio realizzato dall’uomo e messo in orbita intorno alla Terra o ad un altro pianeta per varie finalità a supporto di necessità umane (scientifiche e tecniche). L’insieme di più satelliti artificiali adibiti a uno stesso scopo forma una costellazione o flotta di satelliti artificiali. Il primo che ne ha parlato è stato lo scrittore britannico di fantascienza Arthur C. Clarke nel 1945, venti anni più tardi la Nasa annuncia di averne costruito uno in alluminio. I satelliti artificiali si possono suddividere in: satelliti scientifici, destinati alla ricerca pura nel campo dell’astronomia o della geofisica o i satelliti applicativi, destinati a scopi militari o ad usi commerciali civili.

Che cos’è un satellite artificiale?

Un satellite artificiale è un mezzo spaziale messo in orbita attorno alla Terra o ad altri pianeti del Sistema Solare. I satelliti per usi civili, lanciati oramai a migliaia negli ultimi cinquant’anni, assolvono molte differenti funzioni: dall’osservazione dell’Universo al di fuori dell’atmosfera alle telecomunicazioni, dallo studio della crosta terrestre alla meteorologia e alla telefonia satellitare.  Tanto che attorno alla Terra esiste oggi un vero problema di affollamento delle orbite, così come un problema di sicurezza dovuto alla spazzatura spaziale, costituita da detriti di mezzi spaziali che hanno finito la loro missione.

Fonte: Union of concerned scientist satellite database 

I dati sono aggiornati ad: aprile 2020 

Leggi anche: Nespoli nello spazio: quanto ci costa l’Esa

Share with your friends










Inviare
Recommended Posts

Start typing and press Enter to search