fbpx
 In Notizie curiose

È sparita dagli scaffali in tutto il mondo. In Italia il consumo non va oltre i 70 rotoli

Quasi tutto il mondo è alle prese con le misure per contenere il coronavirus e non è raro che i supermercati vengano presi d’assalto. Certo, è una chiara manifestazione di panico, ma è curioso che spesso a sparire dagli scaffali, oltre ai beni alimentari, sono i rotoli di carta igienica. Perché? Certo, c’entra anche il fatto che nei Paesi senza bidet ne venga usata tendenzialmente di più.

Ma questo non giustifica la corsa alla carta igienica, tanto che sono stati realizzati anche studi di psicologia sul tema. E pure il fatto che trascorriamo più tempo in casa non giustifica questa corsa. Basti pensare che negli Stati Uniti nel mese di marzo si è speso più del doppio del marzo 2019 per la carta igienica. Per fare un altro esempio: a febbraio, a Hong Kong, si è diffuso un video in cui si vedevano uscire persone da un supermercato con tutta la carta igienica che riuscivano a trasportare. Ma quanta carta igienica consumiamo, in una situazione ordinaria, ogni anno?

Leggi anche: In Italia ci sono 4 medici ogni mille abitanti 

Il consumo pro-capite nel mondo

Come si può vedere nel grafico in alto, ogni italiano ne consuma in media 70 rotoli ogni anno, l’equivalente di 6,3 kg (il peso della carta igienica consumata, per avere un’idea della carta utilizzata, si può vedere nel grafico in basso). Sembra tanto, ma non è nulla in confronto agli Stati Uniti, dove nel gabinetto ne finiscono ben 141 (12,7 chili). In Europa i Paesi più “spreconi” sono la Germania (134 rotoli) e la Gran Bretagna (127). Come si può vedere nel grafico qui sopra, l’Italia è il Paese più risparmiatore d’Europa.

Leggi anche: Coronavirus e fase 2, i lavoratori che rischiano di più

Il mercato del rotolo di carta igienica

La Cina e gli Stati Uniti si contendono anche il mercato della carta igienica, che vale rispettivamente 14,1 e 12,6 miliardi di dollari. Solo l’India riesce ad avvicinarsi ai loro numeri, anche se in affanno, con un valore di 9 miliardi di dollari. Il valore del rotolo di carta igienica scende sempre di più a partire dal Brasile (2,9), fino ad arrivare all’Arabia Saudita, dove questo mercato vale solo 734 mila dollari. L’Italia si ferma a 1,2 miliardi di dollari, superata dalla Francia dove il giro d’affari ammonta a 1,3 miliardi. Che dire? La presenza del bidet in Italia si fa sentire…

I dati si riferiscono al: 2018-2019

Fonte: Statista

Leggi anche: Non ci sono abbastanza toilette per tutti

Gli italiani hanno un’aspettativa di vita in buona salute di 66,8 anni 

Start typing and press Enter to search