In Politici
Share with your friends










Inviare

In 5 paesi il 78% delle domande. La Germania al vertice, aumentano in Spagna e Francia

Nel secondo trimestre del 2018 è la Germania il paese che ha ricevuto più richieste di asilo politico dai migranti in viaggio verso l’Europa, l’Italia si posiziona solo al quinto posto e attira il 10% del totale. I dati sono di Eurostat. Il grafico in sopra mostra i crudi numeri: la Germania guida con 33.770 domande dai richiedenti asilo, segue la Francia con 26.080 e la Grecia con 16.340.

Alle loro spalle c’è la Spagna – quarta con 16.175 richieste – e l’Italia con 13.670 richieste d’asilo registrate nel secondo trimestre del 2018. Persone che devono comunque essere distribuite sul territorio come Truenumbers ha spiegato in questo articolo.

I richiedenti asilo nel secondo trimestre 2018

Numeri sul tavolo, la Germania ha ricevuto nel secondo trimestre del 2018 il 25% delle richieste d’asilo di tutta l’Unione europea. A seguire la Francia (19%), Grecia (12%), Spagna (12%) e Italia (10%). Questi cinque stati hanno ricevuto, in aggregato, il 78% di tutte le richieste d’asilo arrivate in Europa nel periodo di riferimento.

Effetto-Salvini?

Per l’Italia non sono numeri banali: due dei tre mesi in considerazione si riferiscono all’attività del governo precedente e uno all’attività del governo Conte con Matteo Salvini ministro dell’Interno.

I richiedenti asilo nel secondo trimestre 2018 sono in calo rispetto al primo trimestre del 2018 e anche rispetto al secondo trimestre del 2017. Rispetto ai primi tre mesi del 2018 si è registrato un -23%, ma se paragonato a un anno fa il dato fa ancora più impressione: le richieste in Italia sono crollate del 60%.

Le cose sono invece andate diversamente, ad esempio, in Slovenia dove nel giro di un anno c’è stato un aumento del 124%, e a Cipro, +96%. Sebbene aumentino in misura minore, il numero dei richiedenti asilo cresce anche in Spagna (+68%) e nella Francia di Emmanuel Macron : +22% tra il secondo trimestre del 2017 verso lo stesso periodo dell’anno in corso.

In Europa il calo è del 12%

Complessivamente in Europa, nel secondo trimestre del 2018, i richiedenti asilo nel secondo trimestre 2018 che hanno chiesto per la prima volta protezione sono calati del 12% rispetto allo stesso periodo del 2017. Il numero è invece cresciuto del 4% se paragonato al primo quarto dello stesso anno che raccoglie i mesi invernali.

L’Italia è tra le nazioni che hanno ha visto ridurre le richieste di più, non solo in termini percentuali. Eurostat certifica che, con 20.480 richieste in meno, l’Italia è la nazione con il maggior calo di richieste in un anno, seguita dalla Germania, 12.000 in meno. 

I dati si riferiscono al secondo trimestre del 2018

Fonte: Eurostat

Leggi anche: Nel 2017 la Germania ha alzato il muro anti-immigrati
Richieste di asilo in crescita del 14% a maggio

 

Share with your friends










Inviare

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca