In Crisi&Ripresa

Il 12,3% della popolazione vive al di sotto del reddito minimo; lo 0,3% in meno dal 2016

Abolire la povertà non è un sogno che coltiva soltanto il vicepremier italiano, Luigi Di Maio. Negli Stati Uniti da anni si combatte contro l’impoverimento della popolazione: nel 2017 erano 39 milioni e 698mila le persone in condizione di povertà negli Usa; il 12,3% dei residenti ha vissuto l’anno al di sotto della soglia minima di ricchezza fissata a 12.488 dollari per 12 mesi.

Un milione in meno di poveri negli Usa

A pubblicare i dati, ufficiali, è il Census Bureau, l’organo di statistica di Washington. Nonostante il numero sia molto alto, il 2017 non è stato affatto un anno negativo per la povertà negli Usa: gli statunitensi sotto soglia minima sono 918mila in meno rispetto al 2016 e la percentuale sul totale dei residenti è calata dello 0,3% in dodici mesi. Tutto anche grazie al fatto che disoccupazione è scesa notevolmente nel primo anno di amministrazione Trump.

In alcuni degli Stati federati le cose vanno meglio rispetto ad altri. La mappa sopra mostra come siano distribuiti i poveri negli Stati Uniti. La percentuale per ciascun territorio indica la variazione della povertà negli Usa degli ultimi due bienni, il 2014-2015 contro il 2016-2017.

Povertà negli Usa, male il Kentucky

I risultati migliori, evidenziati in azzurro, si sono registrati in Kentucky, Arizona e Georgia. Lì il numero delle persone in povertà è calato sensibilmente tra i due bienni: rispettivamente, -5% in Kentucky, -4,5% in Arizona e -3,2% in Georgia. Un calo oltre il 3% anche Florida (-3,1%), Colorado e Nevada (entrambe a -3%).

Gli stati colorati di rosso sulla mappa indicano i territori in cui la percentuale dei poveri, tra il 2014-2015 e il 2016-2017, è aumentata. È cresciuta molto in Alaska (+3%) ma si è registrato un aumento sensibile anche in Connecticut (+1,5%), Wyoming (+1,09), Missouri (+1,09) e North Dakota (+1).

Gli Usa sono peggio dell’Italia?

Rispetto all’Italia la situazione negli Stati Uniti è più complessa. Come Truenumbers ha raccontato in questo articolo, i poveri in Italia sono oltre i 5 milioni, l’8% circa della popolazione complessiva. Negli Usa, come abbiamo visto, sono invece ben di più: il 12,3% del totale.

Un’altra differenza profonda tra l’Italia e gli Stati Uniti è nella soglia di povertà: negli States incassare mille dollari al mese non basta a mettersi al sicuro; in Italia invece il limite è di poco superiore ai 9mila e settecento euro annuali, ovvero 812 euro al mese. Quasi esattamente la stessa cifra messa a disposizione dei più poveri dal governo gialloverde per il tanto desiderato reddito di cittadinanza.

I dati si riferiscono al 2017

Fonte: Census Bureau

Leggi anche: Reddito di cittadinanza, con 780 euro il più ricco nella Ue
Città o campagna, in Italia poveri uguali
Sono 5 milioni gli italiani in povertà assoluta

Share with your friends










Inviare

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca