fbpx
 In HOME, Soldi

Crescono soprattutto i prezzi dei trasporti (+2%) e dell’istruzione (+2,79%)

Il tasso di inflazione in Turchia è tornato a crescere dopo 3 mesi consecutivi di calo e ha raggiunto il 10,69%. Il calo è iniziato a giugno quando il tasso ha registrato la prima flessione. A maggio infatti era pari all’11,72% dall’11,87% di aprile. A giugno e luglio poi è continuata la discesa fino al 9,79%. Il grafico in alto mostra proprio l’andamento del tasso di inflazione di Ankara nei primi otto mesi del 2016 e del 2017.

Nel 2016 l’inflazione tra il 6,5% e l’8,5%

Lo scorso anno come si può vedere i tassi sono stati ben al di sotto della media registrata tra gennaio e agosto del 2017. Ad esempio: nel mese di agosto 2016 l’inflazione turca è stata del 6,60%, da inizio 2017 invece è rimasta a doppia cifra per sei mesi su otto.

L’inflazione galoppante, cioè con tassi di crescita annua superiori al 7/9%, è uno dei principali problemi economici che il governo Erdogan si trova a dover affrontare. Bisogna infatti tener presente che generalmente le banche centrali puntano a raggiungere e mantenere un tasso tra il 2% e il 3%.

La variazione dei prezzi di beni e servizi

Secondo quanto comunicato dall’Ufficio di statistica turco l’indice dei prezzi al consumo è salito dello 0,52% su base mensile. Il grafico qui sotto rappresenta la variazione mensile subìta dai prezzi dei differenti beni e servizi.

Stando ai dati diffusi c’è stato un aumento mese su mese del 2,79% dei prezzi dell’istruzione; anche quelli del trasporto sono cresciuti del 2% circa e del 17,38% rispetto al dicembre dello scorso anno. Una crescita annua molto elevata (+11,97%) anche per le cibi e bevande non alcoliche e per il settore sanitario (+11,66%).

Ci sono stati però anche dei settori che hanno segnato dei cali, alcuni anche piuttosto importanti. È stato il caso ad esempio dei prezzi di abbigliamento e calzature che hanno subìto la riduzione maggiore, -3%su base mensile.

I dati si riferiscono al: 2016-2017

Fonte: Ufficio statistico Turchia

Leggi anche: 

Alla Turchia saremo 4,5 miliardi entro il 2020

 

Share with your friends










Inviare
Recommended Posts

Start typing and press Enter to search

More in HOME, Soldi
In Russia un minatore guadagna come un bancario

Circa mille euro al mese: il doppio della media. Si allarga la forbice tra operai e statali

Close